Loading...

Lussazione anteriore della spalla: come risolvere il problema

La lussazione della spalla compromette la testa dell’omero e la cavità della scapola e nel nostro caso si chiama anteriore, perchè la fuoriuscita dell’osso si pone in avanti. 

Questo trauma può avvenire per diversi fattori come una caduta, un colpo violento o un’azione svolta in modo non corretto

Principalmentte le cause che portano ad una lussazione anteriore sono quelle che fanno spostare la testa dell’omero in avanti e quindi si ha più probabilità di incappare in questo infortunio se, per esempio, durante una caduta il braccio è teso all’indietro

Se si praticano sport di contatto o che implicano l’uso di pesi, sarà maggiore la percentuale di lussazione anteriore della spalla. 

Quali sono le problematiche di questo tipo di infortunio?

Vengono messi a rischio soprattutto muscolitendini e legamenti, ma anche il sistema nervoso presente nella zona interessata. 

Il braccio tende ad una rotazione verso l’esterno, potrebbe essere intorpidito e inoltre il dolore sarà molto forte e molti movimenti non potranno essere effettuati. 

Il muscolo deltoide avrà una forma diversa dal normale come anche la posizione della testa omerale. 

Cosa potrebbe succedere dopo la lussazione della spalla?

Molti potrebbero essere i danni associati ad una lussazione della spalla, compromettendo i tendini e i legamenti presenti tra la spalla e il braccio, oltre che le varie fibre nervose intaccate. 

Inoltre potrebbe sorgere la problematica delle fratture

Come possiamo capire se ci siamo o no lussati una spalla?

Per prima cosa bisogna rivolgersi ad un esperto che eseguirà tac e radiografia e, ancora a livello visivo, osserverà la spalla e il braccio effettuando dei piccoli massaggi per capire il livello di lussazione. 

Riabilitazione

Per rimettere la testa dell’omero in tradizionale posizione con la spalla, un medico esperto dovrà effettuare una manovra, detta di riduzione, che allevierà il dolore e ci aiuterà. 

Successivamente bisognerà indossare un tutore per proteggere la spalla da eventuali movimenti violenti

Si consiglia di mettere il ghiaccio sulla parte interessata e fare una cura di antidolorifici

Trascorso il tempo necessario con il tutore, si inizierà un ciclo di fisioterapia, che potrebbe durare dai 3 ai 6 mesi, in cui si avrà il compito di riportare la spalla alla sua origine, quindi aumentare di nuovo i muscoli e tornare a fare quei movimenti che erano impossibili fino a quel momento. 

Si dovrà ricorrere ad un intervento chiururgico quando si vedono coinvolti nel trauma tendini e legamenti che non si possono ”salvare” manualmente. 

Se la lussazione non è molto grave, allora si potrà tornare in poco tempo ad effettuare tutti i movimenti che si facevano in precedenza; se il trauma è più grave, infatti, allora il periodo di degenza sarà maggiore. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons