Loading...

Perché è importante mangiare le fibre?

L'importanza delle fibre alimentariSecondo alcuni studi condotti in America, per poter migliorare la qualità della nostra salute bisogna consumare maggiormente cibi ricchi di fibre alimentari.

Perché?

Pur essendo totalmente prive di valori nutrizionali, le fibre alimentari esercitano degli effetti metabolici e funzionali tali da migliorare efficacemente quella che è la nostra salute gastrointestinale, ma non solo.

Gli aspetti positivi derivanti da un elevato consumo di cibi ricchi di fibre alimentari sono veramente tantissimi e di seguito tenteremo di riassumerveli al meglio.

Le fibre alimentari riducono i rischi di malattie cardiache

Avete letto bene. Chi ha l’abitudine di consumare maggiormente cibi ricchi di fibre alimentari corre un rischio assai minore di essere colpito improvvisamente da infarti e/o altre tipologie di malattie cardiache altrettanto pericolose.

Perché?

Questo accade perché le fibre alimentari aiutano il nostro organismo ad eliminare il colesterolo in eccesso, andando così a migliorare la circolazione sanguigna.

Le fibre alimentari prevengono la stitichezza

Naturalmente questo punto è strettamente collegato al precedente.

Le fibre alimentari non solo riescono a trattenere l’acqua, ma aumentano anche la massa fecale ed accelerano la motilità intestinale, permettendo così alle persone affette da stipsi di riuscire a superare in maniera permanente il problema.
Ma non è tutto. In questo modo si riesce anche a prevenire la diverticolosi ed a ridurre al minimo il rischio di tumore al colon.

Le fibre alimentari producono un elevato senso di sazietà

Vi siete mai chiesti perché, dopo aver mangiato tanta frutta e verdura, avvertite improvvisamente un notevole senso di sazietà?

Nel caso in cui non conosceste la risposta, vi diciamo subito che questo deriva dalla capacità di questa particolare classe di alimenti di riuscire a trattenere l’acqua, con conseguente aumento di volume del bolo ed elevato senso di sazietà e di inappetenza, per l’appunto.

Le fibre alimentari riducono il livello del colesterolo

Le fibre alimentari, inoltre, riescono a ridurre al minimo l’assorbimento del colesterolo. Ecco perché il loro consumo è particolarmente indicato per quelle persone che soffrono di colesterolo alto.

Particolarmente indicato in questi casi è il consumo della crusca d’avena, ovvero una fibra alimentare solubile in grado di ridurre al minimo la colesterolemia LDL.

Quali sono i cibi più ricchi di fibre alimentari?

Per poter godere appieno di tutti quelli che sono i vantaggi derivanti dai cibi ricchi di fibre alimentari, consigliamo di consumare maggiormente:

  • Crusca di avena e/o di grano;
  • Legumi;
  • Patate;
  • Riso integrale;
  • Orzo perlato;
  • Mele;
  • Albicocche;
  • Frutta secca;
  • Cereali e pane integrale;
  • Verdure;
  • Fave;
  • Piselli;
  • Radicchio rosso;
  • Melanzane;
  • Carote;
  • Pere;
  • Cipolle;
  • Latte di mandorle

Attenzione alle dosi giornaliere!

Per non rischiare di ottenere gli effetti opposti e soffrire, così, di forti ed intensi mal di pancia, consigliamo alle donne di assumere al massimo 25 grammi di fibre alimentari ed agli uomini 40 grammi al giorno.

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons