Loading...

Pirosi Gastrica: sintomi, diagnosi e rimedi

bruciore stomacoQuando parliamo di pirosi gastrica, ci riferiamo ad un fenomeno molto comune, ovvero quello del bruciamento di stomaco, che può essere determinato da un numero piuttosto ampio di problematiche e/o patologie.

In questo articolo ci preoccuperemo appunto di individuare quali sono le possibili cause (e anche i possibili rimedi) di un disturbo che può rendere la nostra vita piuttosto difficile e che può anche toglierci il gusto della buona tavola.

Vediamo insieme di scoprirne di più.

Quali sono i sintomi?

I sintomi che possiamo collegare con l’esistenza di pirosi gastrica sono piuttosto tipici e facilmente individuabili:

  • Bruciore, di forte intensità, allo stomaco;
  • Bruciore altrettanto intenso alla bocca dello stomaco;
  • Senso di acidità;
  • Difficoltà nel digerire, soprattutto dopo pasti piuttosto pesanti.

Si tratta di sintomi strettamente collegati a questa condizione, che vanno investigati a fondo prima di poter anche soltanto pensare di approntare una soluzione.

Le possibile cause

Le possibili cause che possiamo ricollegare alla presenza di pirosi gastrica sono:

  • Ansia e stress;
  • Consumo di pasti troppo rapidamente;
  • Fumo;
  • Abuso di bibite gassate;
  • Abuso di bibite alcoliche o superalcoliche;
  • Gastrite acida;
  • Reflusso gastroesofageo;
  • Ulcera peptica;
  • Calcoli alle vie biliari;
  • Forme tumorali a carico dello stomaco;
  • Ernia iatale.

Si tratta di un ventaglio di possibili cause che deve essere per forza di cose investigato da uno specialista che, una volta intrapresi i percorsi diagnostici necessari, sarà in grado di individuare la fonte del problema e cercare di combatterlo con gli strumenti adeguati.

Si può fare qualcosa per farlo passare?

Si può sicuramente, a prescindere da quale sia la causa, fare qualcosa per cercare di limitare quantomeno le fasi acute riconducibili a questa patologia.

Sono molto importanti ad esempio alcuni accorgimenti di tipo comportamentale, che trovate di seguito:

  • Consumare una dieta meno calorica;
  • Cercare di dividere la nostra alimentazione in 5 pasti giornalieri, evitando di lasciare per troppo tempo lo stomaco vuoto;
  • Consumare più riso che pasta;
  • Consumare buone quantità di frutta e verdura, scegliendo però tra quella che non è acida;
  • Consumare cereali integrali;
  • Limitare, per quanto possibile, il consumo di carni rosse;
  • Limitare il consumo di legumi;
  • Evitare le spezie, soprattutto quelle piccanti;
  • Ridurre al minimo le porzioni di caffè;
  • Limitare i dolci, soprattutto quelli trattati industrialmente.

Seguendo questi accorgimenti potremo sicuramente andare a migliorare la nostra condizione, a prescindere comunque dal fatto che sarà necessario individuare le cause del nostro malessere.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons