Loading...

RAST Test: la guida completa

rast testCosa fare per capire a quali sostanze si è allergici? Quali esami vanno richiesti? Nell’articolo di oggi parleremo del RAST Test, utile per la diagnosi delle allergie. Come sempre vi ricordiamo che per avere una corretta diagnosi è necessario rivolgersi ad un medico specialista ed evitare il fai da te.

Il RAST Test

Il RAST Test è uno degli esami diagnostici più utilizzati per la diagnosi delle allergie. RAST è l’acronimo di Radio Allergo Sorbent Test ed è un esame diagnostico di II livello. In genere prima si eseguono dei test cutanei (come il Prick Test o il Patch Test) e in caso di fallimento degli stessi si ricorre al RAST Test.

Una persona allergica ha nel sangue anticorpi specifici contro l’allergene e lo scopo primario del RAST Test è quello di trovare questi anticorpi. Il Rast Test permette di individuare le IgE specifiche degli allergeni, ovvero gli anticorpi che si evidenziano nelle allergie.

In caso di test cutanei può presentarsi un falso negativo. Se il paziente ha assunto antistaminici o farmaci cortisonici, il risultato potrebbe non essere attendibile, per questo i farmaci vanno sospesi almeno quindici giorni prima dell’esame.

Il Rast Test ha un vantaggio non trascurabile: può essere eseguito a prescindere dall’assunzione di farmaci antistaminici o corticosteroidi e il risultato è sempre attendibile. Il Rast Test purtroppo è utilizzabile solo per un numero ridotto di allergeni e ha un costo elevato, per questo si utilizza come esame di II livello dopo gli esami cutanei.

Come si esegue l’esame del RAST Test?

L’esame del Rast Test è molto facile e veloce. Si effettua tramite un normale prelievo di sangue eseguito dopo un digiuno di almeno 8 ore, per questo viene spesso effettuato al mattino.

La diagnosi viene fatta in vitro dove vengono controllate le varie reazioni del sangue agli allergeni. Se il sangue reagisce, il test viene considerato positivo e il paziente allergico alle sostanze testate. Il test è meno sensibile rispetto ai prick o ai patch test, ma permette di eliminare i falsi negativi.

I prick e i patch test permettono di vedere quasi immediatamente i risultati e la diagnosi si ottiene velocemente, per il RAST è necessario attendere che il laboratorio analizzi il campione prelevato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons