Loading...

Cattiva postura e minore aspettativa di vita: sono correlate?

La postura può essere definita come l’insieme delle reazioni meccaniche delle varie parti del corpo. La postura ideale prevede che tutte le articolazioni siano ben allineate e l’attività dei muscoli che ci sorreggono sia minima.

Sarebbe idealmente, il perfetto equilibrio posturale tra testa, colonna vertebrale e arti inferiori e superiori.

Tuttavia spesso tendiamo ad assumere posizioni totalmente innaturali e sbagliate che vanno a sovraccaricare muscoli e articolazioni. Oltre alle caratteristiche costituzionali, ad incidere è soprattutto lo stile di vita sedentario.

Passare molto tempo seduti al pc o a letto a guardare la tv, costringe il corpo ad affaticarsi di più, anche se pensiamo di non compiere nessuno sforzo fisico.

L’avvento delle nuove tecnologie (smartphone, tablet) ci ha costretti inconsapevolmente a passare ore e ore nelle stesse posizioni che ovviamente si riveleranno dannose a lungo andare.

Le ripercussioni di una cattiva postura sono tantissime e a lungo andare potrebbero diventare invalidanti, perché spesso si tende a trascurarle o a sottovalutarle. Di conseguenza, anche le aspettative di vita possono diminuire. Vediamo quali sono gli effetti più comuni.

Conseguenze di una postura errata

Almeno il 50% dei soggetti tra 20 e 50 anni soffre di mal di schiena. Nessuna meraviglia visti i tempi che corrono. Uno stile di vita impostato sull’assoluta sedentarietà e pigrizia risulta diventare deleterio.

La postura errata può influenzare seriamente tutta la nostra vita, dalla salute all’umore, alle emozioni. Per quanto riguarda la salute fisica, le problematiche che possono presentarsi possono sfociare anche in patologie gravi. Gli effetti più comuni sono:

  • Dolori e irrigidimento muscolare;
  • Cefalea, emicrania, formicolio localizzato;
  • Cattiva funzionalità degli organi interni.

Anche l’apparato gastrointestinale può risentirne con problemi di stitichezza e reflusso gastroesofageo. Non mancano anche ripercussioni alla vista e all’udito in caso di tensione a livello cervicale (calo della vista e acufeni).

Non solo la salute fisica ma anche l’umore, il sonno e le prestazioni lavorative posso essere compromessi da una postura errata.

Rimedi

Va da sé che per evitare tutti questi effetti, occorre correggere la postura svolgendo un’attività fisica costante, alternando il lavoro al pc stando in piedi o facendo esercizi di allungamento.

Anche rinforzare la muscolatura addominale permette di correggere la postura, poiché i muscoli addominali riducono i carichi del peso corporeo.

In casi più gravi, bisogna rivolgersi ad uno specialista che prescriverà la giusta terapia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons