Loading...

Digestione lenta: 3 rimedi naturali per ritrovare il benessere

Un processo fisiologico importante per l’organismo è la digestione. Spesso, a causa di diversi fattori esterni o interni, la regolare attività della digestione viene compromessa e si potrebbe andare incontro ad una dispepsia. Questo disturbo coinvolge indistintamente uomini e donne, giovani e adulti.

I sintomi più comuni della dispepsia sono: mal di stomaco, bruciore, meteorismo (pancia gonfia), rigurgito, eruttazioni, alitosi, intolleranza a vari alimenti (come fritti, uova, grassi e carni), nausea, stitichezza e diarrea. La sintomatologia è diversa e varia a seconda della gravità del disturbo.

Tra le prime cause della digestione lenta c’è sicuramente una scorretta alimentazione. Altre possono essere: cambiamenti ormonali, patologie organiche (reflusso, gastrite, ulcera), funzionali o neurologiche.

Rimedi naturali

Il problema della digestione può essere migliorato con rimedi naturali che potrebbero alleviare questi fastidi. Ovviamente se il problema persiste, è opportuno consultare il proprio medico per stabilire insieme le giuste terapie da adottare.

Bere specifiche tisane potrebbe aiutare ad alleviare questo problema. Una delle più efficaci è la tisana ai semi di finocchio e rosmarino, digestiva e depurativa. Una volta filtrata con un colino, è opportuno assumerla subito dopo i pasti.

L’aromaterapia è particolarmente indicata per la digestione lenta grazie ai principi attivi degli oli essenziali. Se si applicano alcune gocce sull’addome di essenza pura, diluita in un cucchiaio d’olio di mandorle dolci, l’effetto dovrebbe essere positivo. Alcuni oli essenziali utili sono: alloro, menta e finocchio.

Attività fisica

Fare attività fisica migliora lo stile di vita e rende il corpo energico e giovane. In caso di dispepsia è consigliabile camminare almeno 30 minuti al giorno dopo i pasti per aiutare il corpo a digerire velocemente.

Inoltre un rimedio molto diffuso è lo yoga. Alcune posizioni aiutano e stimolano la digestione massaggiando gli organi addominali. La posizione del pesce e quella del fulmine sono le più indicate.

Un esercizio ottimo è quello delle ginocchia al petto, poiché contrasta l’infiammazione e alleggerisce lo stress. Si esegue sdraiandosi su un tappetino a pancia in su e portando le ginocchia al petto con movimenti lenti e precisi per poi tornare a distendere le gambe e le braccia lungo il corpo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons