Loading...

L’acqua del rubinetto fa venire i calcoli?

Secondo molti, bere l‘acqua del rubinetto è il principo per il quale si sviluppa la malattia legata ai calcoli, la litasi, che puo trovarsi più comunemente nei reni ma anche in altri organi come la cistifellea

Contrariamente a quello che si pensa, i medici affermano che ingerire acqua del rubinetto non porti alla formazione dei calcoli.

Che cosa sono i calcoli renali?

calcoli, che nel significato letterale stanno a significare “piccola pietra“, sono un deposito di materiale organico o inorganico di diversa forma e dimensione che si collocano in vari organi cavi in base a dove si formano. 

Nel nostro caso, i calcoli renali si sviluppano lungo le vie urinarie e sono materiali rimanenti date da alcune sostanze presenti proprio nelle urine

Sono formati da sali minerali e calcio e possono essere passati per corredo genetico nonostante si segua uno stile di vita che non dovrebbe incrementare il loro sviluppo.

C’è un collegameno tra acqua e calcoli?

La connessione tra acqua e calcoli è la seguente: una scarsa idratazione comporta la formazione di queste “pietre” all’interno del nostro organismo e le urine che non vengono espulse dal nostro corpo potenziano il loro ambiente ideale per la vita.

Infatti, bere molto è la condizione più favorevole per eliminare i calcoli, indipendentemente dall’acqua potabile che si beve, che sia quella del rubinetto o quella in bottiglia, più consigliata a causa della sua migliore depurazione. 

Bisogna, però, stare attenti al tipo di acqua che si beve soprattutto a causa della durezza, che indica il grado di sali minerali presente. 

Cosa determina la durezza dell’acqua?

Calcio e magnesio sono alla base della durezza dell’acqua, rispettivamente nelle molecole del cloruro e solfato di calcio e di magnesio. 

Se si beve acqua con maggiore presenza di questi integratori, allora la possibilità di contrarre la calcolosi sarà maggiore rispetto a quando ci si idrata con acqua meno dura, quindi più dolce

Per concludere

Possiamo quindi dire che una scarsa idratazione è la conseguenza della formazione di calcoli nel nostro organismo, indipendentemente dall’acqua che beviamo, ma bisogna stare attenti al tipo di acqua e alla sua purezza, poiché la maggiore o minore percentuale di sali minerali presente potrebbe provocare la formazione di un ambiente favorevole ai calcoli. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons