Loading...

Le fasi psicologiche della gravidanza

Durante la gravidanza, la donna si trova ad affrontare una serie di momenti difficili a causa dei tantissimi cambiamenti fisiologici che avvengono.

La presenza di una nuova vita nell’utero della donna, infatti, causa uno scombussolamento ormonale nel corpo che complica la normale routine della futura mamma.

Tuttavia i cambiamenti non si limitano unicamente al corpo, ma si estendono anche alla sfera psicologica.

Nell’articolo di oggi andremo proprio ad approfondire questo argomento, vedendo come muta la pscihe di una donna durante le varie fasi della gravidanza.

Primo periodo

I primi tre mesi di gravidanza sono quelli più complicati da affrontare.

La donna, infatti, si vede catapultata in una nuova realtà totalmente diversa da quella a cui era abituata.

C’è bisogno quindi che cambi il proprio punto di vista, realizzando di avere una futura vita in grembo che ha bisogno di attenzioni importanti.

È quindi molto comune che la donna si senta particolarmente stressata, il che porta ad una grande stanchezza, a rapidi cambiamenti d’umore e ad una lieve forma di ansia.

Le future mamme sono ansiose, hanno paura di sbagliare qualcosa che finirebbe con il compromettere la gravidanza.

Secondo periodo

I successivi 3 mesi sono in discesa e si configurano come la fase più semplice da affrontare.

Qui la donna ha acquisito confidenza e sicurezza sulla propria situazione, imparando quali sono i comportamenti da adottare ed evitare.

Quindi tutte le preoccupazioni del primo periodo lasciano spazio alla gioia e all’eccitazione di diventrare madre nel giro di qualche mese.

Qualche problema ci sarà sempre, è inevitabile, ma la donna saprà affrontarlo in modo molto più efficace, rimanendo tranquilla in quanto consapevole dei propri limiti.

Terzo periodo

Negli ultimi mesi di gravidanza la donna noterà un aumento del proprio stress.

Questo è legato principalmente a due motivi:

  • La stanchezza: la futura mamma porta ormai avanti la gravidanza da metà anno e le varie limitazioni cominciano ad intaccare la tranquillità.
  • L’ansia: il parto si avvicina e la donna è spaventata dall’idea di eventuali errori che potrebbero mettere a rischio la vita del bimbo.

L’importanza del padre

La figura maschile della coppia giocherà un ruolo fondamentale durante queste fasi, in quanto dovrà fungere da valvola di sfogo in grado di far calmare e rilassare la propria compagna.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons