Loading...

Sindrome di De Quervain: come riconoscerla

La sindrome di De Quervain o tenosinovite stenosante è una patologia infiammatoria che interessa i tendini del pollice. I tendini in questione sono responsabili dell’estensione del pollice (estensore) e dell’allontanamento dalle altre dita (abduttore).

Questi tendini si trovano all’interno di un canale delimitato da un legamento e, se si infiammano, tendono ad ingrossarsi e a generare dolore. I fattori scatenanti che determinano l’insorgere di questa patologia sono:

  • Predisposizione genetica;
  • Attività professionali e non, che prevedono il costante movimento del pollice come: suonare uno strumento, cucire, scrivere al pc o usare troppo il mouse, ecc…;
  • Malattie reumatiche che possono insorgere verso i 30 anni;
  • Sovraccarico della parte interessata;
  • Postura scorretta;
  • Ritenzione idrica, infatti in presenza di questa condizione, il corpo trattiene i liquidi che vanno ad accumularsi anche nel legamento intorno ai tendini, facendoli ingrossare e infiammare.

Ma vediamo meglio quali sono esattamente i sintomi che si manifestano e che ci consentono di associarli alla sindrome di De Quervain.

Sintomi

I sintomi di questa patologia sono abbastanza specifici quindi è alquanto semplice riconoscerla.

Potrebbe essere inizialmente scambiata per la sindrome del tunnel carpale, ma ponendo meglio l’attenzione sui punti che generano dolore, è possibile identificare la sindrome di De Quervain.

Appunto ,il dolore è il sintomo principale. Parte dal pollice e si irradia fino al polso e nei casi più gravi per tutto il braccio. Si acutizza nei movimenti di presa tra pollice e indice, ma anche nei movimenti del polso di rotazione ed estensione.

Altri sintomi sono il gonfiore e l’ispessimento della zona interessata, perdita di forza nella mano e difficoltà a impugnare oggetti. Se presentate questi sintomi, rivolgetevi ad un medico per accertarne la diagnosi.

Diagnosi

La diagnosi della sindrome di De Quervain è per lo più clinica, vale a dire che non sono necessari esami specifici ma basta semplicemente recarsi da un ortopedico. Il medico saprà quali punti toccare per capire da dove si origina il dolore.

Esiste un test specifico, che si può fare anche a casa, per diagnosticare il disturbo. Secondo il test di Finkelstein, se si prova dolore chiudendo la mano a pugno e piegando il polso verso il mignolo, allora si è affetti da tenosinovite stenosante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons