Loading...

Acido salicilico: cos’è e a cosa serve

acido salicilicoHai mai sentito parlare dell’acido salicilico? Di che cosa si tratta? A che cosa serve? Come si usa? Ci sono dei rischi connessi al suo utilizzo oppure no?

Oggi andremo a rispondere insieme a tutte le tue domande sull’acido salicilico, una sostanza largamente utilizzata nel settore cosmetico per migliorare l’aspetto della nostra pelle.

Che cos’è l’Acido Salicilico? A che cosa serve?

L’acido salicilico è un famoso agente esfoliante che rientra nella classe dei Beta-idrossiadici e, come abbiamo già accennato nell’introduzione, ha trovato largo utilizzo nel settore della cosmesi, soprattutto per preparare dei peeling chimici o degli scrub.

Anche se fino a qualche anno fa veniva utilizzato anche in ambito medico, ad oggi ci limitiamo ad usarlo nella cosmesi perché si tratta comunque di una sostanza acida che può avere delle reazioni ben precise.

Quando e come si usa l’Acido Salicilico?

Quindi, l’acido salicilico viene utilizzato nella cosmesi, ma anche nel settore dermatologico, sotto forma di apposite preparazioni che devono essere usate solo ed esclusivamente per via topica, ossia per via locale.

In pratica, si tratta di preparazioni che vanno applicate solo nell’area interessata dal disturbo che abbiamo intenzione di trattare con questo acido e, per quanto riguarda il dosaggio, devi attenerti a ciò che ti consiglia il medico, generalmente si applica un paio di volte al giorno.

I disturbi che vengono più comunemente trattati con l’Acido Salicilico sono i seguenti:

  • La presenza di macchie scure sulla pelle causate soprattutto dall’avanzamento dell’età;
  • Alcuni disturbi del cuoio capelluto, come la psoriasi o la forfora;
  • L’acne papulosa;
  • L’acne rosacea;
  • Il melasma o cloasma;
  • Viene usato per il trattamento di calli e duroni;
  • Le verruche;
  • L’acne in fase comedonica;
  • L’ipercheratosi in generale;
  • L’acne nodulare.

Ci sono dei rischi?

In linea di massima, se l’acido salicilico viene utilizzato seguendo passo per passo le indicazioni del medico, non ci sono dei rischi ben precisi. Tuttavia, se si è allergici a questa sostanza, si può anche andare incontro a conseguenze più o meno gravi, ad esempio:

  • Le mani e i piedi si gonfiano;
  • Rush cutaneo;
  • Anafilassi (ossia lo shock anafilattico);
  • Il colore della pelle si altera notevolmente;
  • Orticaria;
  • Rossore agli occhi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons