Loading...

Che cos’è l’oligospermia e come si cura?

oligospermiaNelle coppie dove è lui ad essere responsabile dell’infecondità dei rapporti, si sente spesso parlare di oligospermia. A parte il nome di derivazione greca (oligo sta appunto per pochi e spermia è ovviamente l’origine di sperma, seme) si conosce in genere poco su questo tipo di disturbo, e meno ancora su come curarlo.

Oggi parliamo dunque di fertilità maschile, dei suoi problemi e di come superarli sia con metodi tradizionali e medici che con metodi naturali.

Perché non tutto è perduto anche quando l’insuccesso nel concepimento è prolungato e causato da qualcosa di cui gli uomini fanno fatica a parlare.

Cos’è l’oligospermia?

Si tratta di una condizione patologica nella quale un soggetto di sesso maschile produce meno spermatozoi del dovuto nel liquido seminale. A causa della scarsa produzione di spermatozoi il concepimento si fa spesso impossibile, dato che la bassa quantità va spesso ad inficiare anche la qualità del liquido seminale.

Sono diversissime le cause dell’oligospermia e ognuna di queste richiede una diversa tipologia di intervento, che può passare sia dalla chirurgia che dall’utilizzo di specifici farmaci, o di rimedi assolutamente naturali.

L’oligospermia non deve essere confusa però con l’azoospermia, nella quale il soggetto di sesso maschile non ha livelli di sperma misurabili nel seme. Si tratta di una condizione decisamente più problematica e di più difficile soluzione.

Quello che è bene ribadire anche in questa sede è che il termine non individua univocamente un solo disturbo, tant’è che la letteratura scientifica dibatte da anni sulla possibilità di sostituire al nome di questa patologia una serie di nomi che vadano ad inquadrare meglio l’effettivo disturbo di cui si soffre.

Le cause

Come abbiamo detto in precedenza, le cause che determinano questa condizione sono diverse. Si parla in genere di due tipi di cause: le prime sono quelle che sono indipendenti dall’attività testicolare, le seconde invece trovano la loro spiegazione in problemi relativi al funzionamento testicolare.

Cause pre-testicolari

Ci sono diverse cause che possono portare all’oligospermia senza che il problema sia legato a problemi di tipo testicolare. Tra tutti:

  • abuso di droghe, alcol e fumo
  • utilizzo prolungato e intenso di bicicletta (è un problema dei ciclisti professionisti ad esempio)
  • cavalcare per lunghissimi periodi e per più volte alla settimana
  • ipogonadismo

Cause testicolari

Le cause testicolari sono invece più numerose e includono tantissimi problemi che possono essere risolti senza troppe preoccupazioni e anche, purtroppo, condizioni che sono invece irreversibili e che determinano l’impossibilità da parte del soggetto di partecipare ad un concepimento.

  • Età
  • Varicocele
  • Criptorchidismo
  • Difetti genetici nel cromosoma Y

Tra tutti questi problemi ha un’incidenza relativamente superiore il varicocele, una patologia di tipo varicoso che interessa uno o entrambi i testicoli, che può essere in genere operata senza troppi problemi per ripristinare condizioni di funzionalità più che buone e più che sufficienti a superare l’oligospermia.

Le soluzioni possibili

Per quanto riguarda il problema più frequente, che è quello del varicocele, si interviene in genere chirurgicamente, andando ad eliminare il fenomeno varicoso e spesso occludendo la vena interessata. Per quanto riguarda invece l’oligospermia non riconducibile a questa problematica, sono al vaglio della ricerca diversi ritrovati, basati su principi attivi piuttosto diversi e che stanno fornendo però risultati interessanti.

Il problema della fertilità è comunque un problema di coppia e per questo motivo è necessario rivolgersi ad uno specialista che, valutando le condizioni psichiche e fisiche dei partner, sia in grado di tracciare quello che è il percorso più efficace per arrivare al concepimento.

Negli ultimi anni diversi studi hanno utilizzato una amministrazione controllata di carnetina, ormone in grado di migliorare la quantità e la qualità dello sperma, ottenendo risultati molto interessanti, che hanno attratto altri fondi sulle sperimentazioni. Secondo la letteratura scientifica si è vicini ad una soluzione farmacologica di questo tipo, che oltre all’efficacia ha il grande pregio di utilizzare un principio attivo, la carnetina, ottenibile in modo rapido ed economico dall’industria farmaceutica.

Uno stile di vita sano

Quello di cui abbiamo parlato in apertura, ovvero dei rimedi naturali all’oligospermia, trova la sua risposta in questo paragrafo. La salute e la qualità del nostro sperma è infatti direttamente collegata al nostro stato di salute generale, motivo per il quale è necessario, al fine di mantenere uno sperma di qualità, condurre uno stile di vita appropriato.

Ha un grandissimo impatto nella qualità dello sperma infatti la dieta, che non deve essere troppo ricca di cibi grassi e di proteine, pena l’affaticamento generale del sistema-corpo e il crollo nella qualità di quanto prodotto dai testicoli.

Stesso discorso vale per il fumo e per l’alcol, con diversi e numerosi studi clinici che hanno dimostrato inequivocabilmente la relazione tra il consumo di queste sostanze e l’abbassamento della qualità e della quantità degli spermatozoi contenuti nel seme.

Fare attività sportiva che non stressi eccessivamente le zone interessate è altrettanto importante, e sicuramente un ottimo modo per rimettersi in salute e dare un ulteriore chance ad un apparato riproduttivo che potrebbe essere perfettamente funzionante, anche se temporaneamente affaticato da uno stile di vita non consono al suo proprio sviluppo.

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons