Loading...

Allergia ai detersivi: una guida completa

Allergia ai detersivi: cosa fare?L’allergia ai detersivi è un problema di cui soffrono in particolar modo le donne, dal momento che sono quotidianamente a stretto contatto con questi prodotti chimici.

Come si manifesta?

L’allergia ai detersivi può manifestarsi in modi diversi. In alcuni casi potrebbero semplicemente comparire sulla pelle delle bolle o delle piccole vescicole.

In altri casi la pelle potrebbe cominciare ad arrossire ed a gonfiarsi improvvisamente, facendoci avvertire un fastidiosissimo senso di bruciore e di prurito.

Ma non è finita qui. Alcune sostanze contenute in questi prodotti, se inalate, finiscono col causare anche una forte asma.

Cosa fare?

– Prove allergiche

In questi casi la miglior cosa è rivolgersi ad un allergologo esperto e spiegargli quali sono i sintomi che avvertite ogni volta che utilizzate particolari tipi di detersivi.

Dopo esservi consultati a vicenda, dovrete effettuare le famose prove allergiche.

Non è detto che l’esito di questi esami debba essere per forza negativo, anzi. Potrebbe capitare che da queste prove non risulti alcuna allergia e voi sarete costretti a ricercare il problema altrove.

– Patch Test

Nel caso in cui il contatto con i detersivi vi provochi particolari infiammazioni o gonfiori alla pelle, l’allergologo vi consiglierà quasi sicuramente di effettuare il Patch Test.

Il Patch Test è un particolare test allergologico in grado di stabile qual è la sostanza (o le sostanze) che vi causa problemi.

Prima di sottoporvi a questo esame, però, dovrete sospendere l’assunzione di tutti i medicinali, all’infuori degli antistaminici. Questi non andranno minimamente ad alterare l’esito del test.

– Antistaminici

Se anche dal Patch Test non dovesse venir fuori nulla, il vostro allergologo potrebbe consigliarvi di prendere degli antistaminici.

Gli antistaminici sono dei farmaci antiallergici in grado di contrastare l’azione dell’istamina, per l’appunto, e di far scomparire tutti sintomi tipici delle allergie ai detersivi.

L’assunzione di questi farmaci, infatti, vi aiuterà ad alleviare il prurito, a contrastare il il gonfiore della pelle ed a non avvertire più alcun sintomo.

– Guanti, occhialini e mascherina

Nel caso in cui non foste riusciti a capire quale siano le sostanze a cui siete allergici, salvaguardate la vostra salute. Indossate dei guanti, degli occhialini ed una mascherina.

In questo modo riuscirete non solo a non far squamare ulteriormente la cute ogni volta che questa entra in contatto con i detersivi, ma anche a non farvi bruciare e/o lacrimare gli occhi a causa dei vapori dei detersivi e, infine, a non inalarne i vapori.

– Detersivi naturali

L’allergia ai detersivi potrebbe essere affrontata utilizzando semplicemente dei prodotti naturali.

L’aceto bianco, ad esempio, è ottimo per sgrassare, deodorare ed igienizzare. Perchè non mescolarlo all’acqua calda ed utilizzarlo per lavare i pavimenti della vostra casa? E’ ottimo anche per la pulizia dell’acciaio e delle piastrelle del bagno.

E cosa dire del bicarbonato di sodio? Potrete utilizzarlo non solo per pulire i vetri delle finestre o i ripiani della vostra cucina, ma anche per pulire il forno ed il frigorifero.

E per il bucato? Non c’è niente di meglio del sapone di Marsiglia. Fresco, profumato, igienizzante, economico…Insomma tutte caratteristiche importanti per ogni casalinga che si rispetti.

Per la pulizia del water, invece, potete tranquillamente utilizzare dell’acqua bollente ed aggiungerci del succo di limone oppure qualche goccia di aceto bianco o, ancora, potete scegliere di versare direttamente sullo scopino del bicarbonato di sodio.

Il risultato? Wc igienizzato e inodore.

Non è difficile creare dei detersivi ecologici e utilizzando questi prodotti non solo farete del bene a voi stessi ed al vostro portafoglio, ma contribuirete anche a dare una mano all’ambiente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons