Loading...

Ambliopia: che cos’è e come si tratta

L’ambliopia è un problema della vista che colpisce in genere un solo occhio ed è conosciuto come occhio pigro. Colpisce circa il 4% della popolazione e provoca una riduzione della capacità visiva in uno degli occhi.

È raro che colpisca entrambi. Chi soffre di ambliopia ha una trasmissione alterata tra l’occhio e il cervello tanto che quest’ultimo finisce per privilegiare un occhio a svantaggio dell’altro.

Proprio a causa della capacità visiva alterata di uno dei due occhi, il cervello tende a compensare la visione e per questo spesso i bambini che ne soffrono non se ne accorgono.

In genere il problema si scopre durante una visita oculistica di routine e per questo spesso viene trattato entro i primi 5-6 anni di vita. Vediamo ora di conoscere meglio l’ambliopia. Buona lettura.

Ambliopia: di cosa si tratta

Come anticipato si tratta di un problema che affligge un occhio quindi è monolaterale. La patologia impedisce all’occhio di funzionare bene e allo stimolo luminoso di raggiungere la retina normalmente.

Di conseguenza la stimolazione dell’apparato visivo non si verifica correttamente e i segnali arrivano al cervello in modo errato. Le cause più comuni dell’ambliopia sono:

  • Anisometropia;
  • Strabismo;
  • Cataratta;
  • Ptosi della palpebra.

Sintomi e segnali

I sintomi dell’ambliopia non si notano facilmente perché il cervello tende a correggere autonomamente l’errore escludendo l’occhio che non vede correttamente, quindi il bimbo non si accorge di avere problemi di visione e spesso anche i genitori non se ne accorgono.

Per questo motivo è necessario fare una visita oculistica di controllo anche in assenza di sintomi entro i 3-4 anni di età e già a 6 mesi. La diagnosi viene fatta tramite una valutazione ortottica e valutazione della motilità oculare.

Terapia

La terapia è molto semplice ed efficace e consiste nell’occlusione dell’occhio più attivo con delle bende. Oggi ci sono anche soluzioni più comode con di filtri semitrasparenti da applicare direttamente sugli occhiali.

Coprendo la visione all’occhio sano si allena l’altro occhio a vedere correttamente. Per combattere il problema di occhio pigro la diagnosi precoce è l’arma migliore.

I controlli periodici nei primi 5-6 anni di vita del bambino sono importantissimi per la diagnosi precoce.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons