Loading...

Angiomi: cosa sono e come si rimuovono

Hai mai sentito parlare degli angiomi? Che cosa sono? Da che cosa sono causati gli angiomi sulla pelle? Come facciamo a cancellare questi segni? Ci sono dei rimedi naturali o bisogna ricorrere alla terapia laser?

Gli angiomi possono rappresentare un inestetismo non indifferente e possono essere di diverse forme e di diverse dimensioni.

Se vuoi scoprire di più su questi segni, allora sei nel posto giusto.

Che cosa sono gli angiomi? Da cosa sono causati?

In gergo medico, quando si parla di angioma ci si riferisce ad un tumore benigno della pelle e spesso sono associati alla presenza di una patologia molto comune nelle donne che si chiama Couperose, oppure Rosacea.

Nel caso in cui fosse presente questa patologia, allora il trattamento sarà mirato per quest’ultima, tuttavia gli angiomi possono svilupparsi per altri motivi e avere quindi dei rimedi diversi che prevedono soprattutto l’utilizzo del laser.

Alcuni angiomi somigliano a dei piccoli ragni e vengono detti angiomi stellati e la loro formazione è incentivata dai seguenti fattori:

  • Squilibri ormonali legati, ad esempio, alla menopausa, oppure alla gravidanza;
  • L’invecchiamento cellulare;
  • L’assunzione di alcuni farmaci, come la piccola anticoncezionale.

Qual è il trattamento migliore per cancellare gli angiomi?

Come abbiamo già detto in precedenza, per cancellare gli angiomi, nella maggior parte dei casi, bisogna ricorrere alla terapia laser che viene scelta in base alla zona in cui si trova l’inestetismo e alla causa che lo ha scatenato.

Ad esempio, se l’angioma si trova in zone particolarmente delicate, ad esempio il contorno occhi, allora sarà meglio utilizzare il meno invasivo, ossia il Dye-laser, oppure il Ktp, in quanto hanno una lista di effetti collaterali davvero minima.

Nel caso di un angioma grande e profondo, che non si trova in parti delicate del viso, si può usare invece il laser più potente che ha un impulso lungo, ossia il Nd-Yag.

Per evitare di cancellare l’angioma e avere il segno di cicatrici, oppure altri effetti collaterali, sarebbe meglio evitare di affidarsi alle vecchie tecniche, tuttavia sarà il dermatologo ad indicarti il trattamento migliore per il tuo caso specifico.

E se l’angioma colpisce il bambino?

A volte l’angioma può comparire anche in età pediatrica, a causa di un problema congenito e, trattandosi di un tumore benigno, si consiglia di intervenire il prima possibile.

Per trattare gli angiomi nei più piccoli si ricorre ad un betabloccante, il Propandolo che, se assunto per via orale nelle prime settimane di vita del piccolo, andrà a risolvere il problema prima che si presentino delle complicazioni anche gravi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons