Loading...

Angiomi: quali sono i tipi diversi?

angiomaSpesso quando si parla di ”angioma”, capita di finire nella confusione più totale, per questo motivo abbiamo pensato di fare una piccola rassegna sui diversi tipi di angiomi, ponendo maggiore attenzione su quelli più comuni.

Vedremo insieme che cos’è un angioma. Quali sono le cause più frequenti di questo disturbo. Ma soprattutto ci focalizzeremo su tutti i diversi tipi di angiomi che possono trovarsi sul nostro organismo.

Che cos’è un angioma?

Prima di passare in rassegna i vari tipi di angiomi, vediamo bene di cosa si tratta. L’angioma è un tumore infantile, ossia una malformazione vascolare, di solito benigna, che interessa principalmente testa e corpo, ma che può coinvolgere qualsiasi altra zona.

Angioma tuberoso superficiale

Questo tipo di angioma tende a scomparire dopo il settimo anno del bambino. Esso può interessare:

  • Il derma;
  • Le mucose.

Generalmente viene riconosciuto grazie al suo aspetto molto particolare. Infatti si presenta come una macchia rossastra, che tende al blu. La sua forma, infine, è piuttosto irregolare.

Angioma piano

Al contrario dell’angioma tuberoso, l’angioma piano tende ad estendersi con il tempo, e, quindi, non regredisce. Lo si può trovare nelle seguenti zone del corpo:

  • Volto;
  • Collo.

Infine per quanto riguarda l’aspetto, l’angioma piano si presenta come una macchia, dal colore sempre rossastro, che può assumere varie forme e dimensioni.

Angioma cavernoso

Questo angioma è conosciuto anche con il nome di “angioma profondo”, si possono trovare in qualsiasi parte del corpo, ma prevalentemente sulla testa o sul collo del bambino.

L’angioma cavernoso, o profondo, provoca un certo rigonfiamento sulla superficie cutanea ed il suo colore varia in base alla sua profondità, ossia:

  • Rosso quando è poco profondo;
  • Color carne quando l’angioma è molto profondo.

Quali sono i tessuti prediletti dagli angiomi?

Chiudiamo questo argomento citando i tessuti in cui è possibile che si formino questi tumori infantili, in quanto è possibile fare una classificazione degli stessi anche in base a questo criterio:

  • Emangiomi (si dividono a loro volta in emangiomi cavernosi, emangiomi capillari ed emangiomi capillari lobulari. Si originano dalle cellule dell’endotelio dei vasi sanguigni);
  • Linfangiomi (divisi in igromi cistici, capillari, cavernosi. Come si intuisce dal nome, questi nascono dalle cellule delle pareti del sistema linfatico);
  • Glomangiomi (si trovano sotto le unghie);
  • Angioma a ragno;
  • Angioma vinoso;
  • Teleangectasia;
  • Angiomatosi bacillare.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons