Loading...

Anorgasmia: cos’è, cause e cure

anorgasmiaTra i vari disturbi dell’orgasmo femminile troviamo l’anorgasmia, ossia l’incapacità per una donna di raggiungerlo. Al contrario di altri disturbi sessuali, come la frigidità assoluta, nell’anorgasmia è presente la lubrificazione vaginale, quindi l’eccitazione.

Quali sono le principali cause dell’anorgasmia femminile?

Come abbiamo accennato nell’introduzione, l’anorgasmia femminile consiste nell’incapacità o nell’impossibilità di raggiungere l’orgasmo durante il rapporto, nonostante la presenza della libido e della lubrificazione vaginale. Le principali cause di questo disturbo sono:

  • L’ansia anticipatoria che compromette la prestazione sessuale;
  • Scarsa autostima che provoca inibizione personale;
  • Autocontrollo eccessivo che porta a una forte rigidità personale;
  • Blocco psicologico;
  • Inadeguatezza della coppia o del partner;
  • Assunzione di psicofarmaci e/o droghe;
  • Errata educazione sessuale;
  • Assenza di stimolazione del clitoride;
  • Disfunzionalità della muscolatura del pavimento pelvico.

La causa di inadeguatezza della coppia suggerisce il fatto che una donna può soffrire di anorgasmia con un certo partner sessuale, ma ciò non preclude la possibilità di raggiungere un normale orgasmo con altri partner, quindi possiamo dire che il disturbo più che essere patologico è di tipo “situazionale”.

Il ruolo principale è svolto dall’aspetto psicologico della persona, infatti diversi sono i punti che sottolineano l’importanza di un’eventuale ansia da prestazione, dell’autostima, o addirittura dello stress emotivo in cui si trova la donna in un determinato momento.

Rimedi dell’anorgasmia femminile

La cura di questo disturbo sessuale dipende principalmente dalla causa che lo ha scaturito. Ad esempio se la causa principale è l’assunzione di sostanze psicotrope, è intuibile che il miglior rimedio sarebbe quello di interromperne l’assunzione. 

Se la causa del disturbo ha origini emotive e psicologiche, bisognerebbe valutare l’opzione di consultare uno specialista al fine di intraprendere un percorso di psicoterapia individuale o di coppia.

Nel caso in cui l’anorgasmia sia causata da un malfunzionamento fisico o da un problema fisiologico, la soluzione migliore sarebbe quella di rivolgersi a un medico o a un ginecologo, in modo tale che sarà lui a stabilire qual è il rimedio più adeguato.

Purtroppo tutti i problemi che hanno a che fare con le prestazioni sessuali dell’individuo sono quasi sempre motivo di vergogna, sarebbe quindi utile fornire un’adeguata educazione sessuale, tenendo conto anche del fatto che circa 4,5 milioni di donne soffrono di questo disturbo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons