Loading...

Apnea notturna: perchè accade?

L’apnea notturna, proprio come possiamo intuire dalla parola stessa, è un disturbo respiratorio caratterizzato dall’assenza di inalazione ed espulsione dell’aria che ci serve appunto per respirare ed ossigenare le cellule del nostro corpo. 

Solitamente in 60 minuti si hanno quasi 10 apnee di durata che oscilla fino ai 10 secondi

Questa problematica coinvolge soprattutto i muscoli diaframmatici e in generale quelli legati al respiro, in quanto dovranno effettuare un lavoro notevole per eliminare la chiusura temporanea dell’ipofaringe, la parte terminale della faringe che la collega ai polmoni

Solitamente i periodi di apnea notturna si alternano a periodi di russamento e, a causa delle scarse ore di sonno, si potrebbe essere talmente stanchi di giorno che si potrebbero avere attacchi di sonnolenza

Oltre a queste, anche altre potrebbero essere le conseguenze, come per esempio gli sbalzi d’umore, una continua debolezza e stanchezza, una maggiore probabilità di potersi distrarre mentre si sta facendo qualcosa, uno scarso deficit della memoria e gola secca al risveglio mattutino. 

Come bisogna agire?

Per prima cosa è bene contattare il proprio medico di base che ci consiglierà di fare un test in grado di capire se si soffre o no di questo disturbo. 

Una volta appurato di avere il problema, si dovranno seguire dei semplici consigli mirati a combattere le apnee notturne. 

Alcuni esempi possono essere: modificare la posizione in cui si dorme in maniera lateralemangiare molto tempo prima di andare a dormire e bere alcolici in piccola quantità sempre prima delle ore che interessano il sonno. Inoltre, se si è in sovrappeso, bisogna subito riportarsi al proprio peso ideale, prendere farmaci, se consigliati, o addirittura operarsi se il problema è grave e persiste. 

Inoltre ci sono anche delle “diete” che potrebbero essere utili per ridurre la frequenza di apnee notturne: i consigli sono quelli di mangiare poco e non assumere quantità eccessive di grassi e inoltre bisogna cuocere gli alimenti, in modo tale che siano più digeribili.

Le cotture predilette sono al vapore, a pressione, in padella e al forno

Ricordiamo sempre che i cibi dovranno contenere poche spezie e una giusta quantità di sale, meglio se i piatti sono poco saporiti

Come curarsi?

Come abbiamo già detto bisogna rivolgersi al medico, ma nel nostro piccolo possiamo apportare alcune accortezze al nostro stile di vita notturno per far sì che la nostra condizione migliori: bere tisane di qualsiasi tipo aiuta a rilassare le vie respiratorie e a liberarle da ogni ostacolo che potrebbe non consentire all’aria di arrivare dove deve, gli oli essenziali hanno la capacità di diluire il muco presente, inoltre si possono utilizzare dei cerotti nasali per ampliare la circolazione dell’ossigeno nelle vie respiratorie. 

In alcuni casi si dovranno prendere farmaci mirati a migliorare la respirazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons