Loading...

Apparato genitale maschile

Quando si parla di parti intime maschili o femminili che siano, ci sono sempre dei tabù o degli aloni di mistero. Noi oggi vogliamo parlare dell’apparato riproduttivo maschile e desideriamo fare un po’ di chiarezza con un breve, ma esaustivo focus su come funziona e sugli organi che lo compongono. Buona lettura.

Come è fatto

L’apparato riproduttivo maschile è necessario per permettere all’uomo di riprodursi e di espellere l’urina. L’organo è formato da varie parti come:

  • Testicoli;
  • Pene;
  • Vescicole seminali;
  • Prostata;
  • Vie spermatiche.

Il pene è l’organo riproduttivo maschile ed è l’ultimo tratto delle vie urinarie. È composto da tre corpi di forma cilindrica, due si trovano ai lati e sono corpo cavernosi e uno si trova al centro ed è spugnoso.

Questi tessuti sono ricoperti dal glande da dove si apre, alla fine dell’uretra, l’orifizio che permette il passaggio dello sperma e dell’urina. Il glande è parzialmente coperto da uno strato di cute che prende il nome di prepuzio.

Le vescicole seminali sono ghiandole che si trovano al di sopra della prostata, sono due e sono posizionate una per lato. Sono necessarie per secernere una sostanza densa che serve per formare lo sperma assieme alle secrezioni della ghiandola prostatica e agli spermatozoi, prodotti dai testicoli.

La prostata è una ghiandola di tessuto fibroso e muscolare che serve a produrre e stoccare il liquido seminale che viene rilasciato durante l’eiaculazione.

Nel bambino è di piccole dimensioni e cresce durante la pubertà. I testicoli sono ghiandole sessuali di dimensioni ridotte durante l’infanzia e che aumentano di grandezza nel corso della pubertà e fino alla maturità. In tarda età si restringono.

Le vie spermatiche consentono il transito degli spermatozoi che partono dai testicoli e si dirigono verso l’esterno e consentono anche la maturazione degli spermatozoi.

La loro funzione, ovvero il compito di tutti questi organi che sono parte dell’apparato maschile, è di permettere l’accoppiamento e di consentire la produzione degli spermatozoi.

La fecondazione avviene con l’incontro con lo spermatozoo e l’ovulo femminile. Se spermatozoo e ovulo si incontrano inizia la fecondazione, si forma uno zigote che in seguito diventa embrione che infine si impianta nell’utero ed è così che inizia la gravidanza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons