Loading...

Azotemia bassa: cause e cura

azotemia bassaPer ”azotemia bassa” si intende una condizione che abbassa la concentrazione plasmatica di azoto non proteico nel sangue. L’azoto che si trova nel sangue consiste in azoto non proteico, in quanto deriva appunto dalla demolizione delle proteine, processo dal quale si forma l’urea.

La maggior parte dell’urea viene eliminata dal corpo per mezzo dell’urina, una parte piccola però, è riassorbita dal corpo e quindi ritorna nella circolazione sanguigna. Vediamo in cosa consiste l’azotemia bassa nel sangue e quali sono le cause precise.

Cause dell’azotemia bassa

Quando i reni si trovano nella condizione di non lavorare regolarmente, il nostro organismo non riesce ad eliminare del tutto le scorie azotate e la percentuale di queste ultime si innalza e quindi si è in presenza di azotemia alta.

La bassa azotemia, al contrario, si verifica nel momento in cui i livelli di azoto ureico nel sangue (chiamato con l’acronimo acronimo BUN) sono più bassi di 10,3 mg/dl. In questo caso si parlerà di azotemia bassa.

Cause dell’azotemia basa possono essere ad esempio: la dieta ipo-proteica, oppure uno stato di iper-idratazione del corpo. In ogni caso, la maggiore causa di azotemia bassa nel sangue rimane l’insufficienza epatica grave.

Non esiste una precisa sintomatologia correlata allo stato di azotemia bassa, a meno che non si verifichi una insufficienza epatica: in quest’ultimo caso si potranno manifestare: ittero, calo ponderale e sintomi più generici come l’inappetenza, una continua stanchezza ed una sensazione generalizzata d malessere. Se si avvertono anche sintomi come diarrea e feci di colore chiaro, allora si può avere il sospetto fondato di soffrire di azotemia bassa.

Cure e rimedi

In caso di azotemia bassa è consigliabile iniziare a seguire una dieta iper-proteica, sotto osservazione del medico, per evitare che si possano causare problemi del tipo opposto. Un’alimentazione adeguata bilancerà la presenza di legumi, carne bianca, fibre vegetali e cereali.

Ad ogni modo, potendosi trattare anche di problemi di carattere epatico, è consigliabile consultare il proprio medico, che svolgerà le analisi di rito per individuare quale sia la vera causa che può nascondersi dietro l’azotemia bassa. 

Nel caso in cui invece si tratti di problemi di dieta, sarebbe consigliabile consultarsi con un dietologo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons