Loading...

Bartolinite: quali sono le migliori cure?

La bartolinite è un’infiammazione delle ghiandole di Bartolini che si trovano nella regione vulvare e contribuiscono alla lubrificazione della vagina. La bartolinite è spesso causata da un’infezione o da traumi.

Causa difficoltà di deambulazione e dolore. Spesso l’infiammazione delle ghiandole di Bartolini è transitoria, ma può portare alla formazione di cisti o di un ascesso.

Vediamo di conoscere cosa sono le ghiandole di Bartolini e cosa accade quando si infiammano.

Le cause

Le cause sono associabili ad un’infezione da Streptococco, Mycoplasma hominis, Chlamydia trachomati o Escherichia coli. Anche la compressione, i traumi e lo sfregamento, la biancheria troppo stretta o colorata e gli abiti attillati possono essere tra le cause.

Le cause più comuni sono:

  • Scarse condizioni igieniche;
  • Rapporti sessuali frequenti senza la giusta lubrificazione;
  • Utilizzo eccessivo della bicicletta;
  • Utilizzo di biancheria intima sintetica;
  • Utilizzo di abiti attillati;
  • Utilizzo di biancheria intima colorata.

Sintomi e diagnosi

La bartolinite provoca:

  • Gonfiore;
  • Dolore intenso;
  • Prurito;
  • Arrossamento;
  • Febbre;
  • Rapporti sessuali dolorosi;
  • Difficoltà a sedersi e camminare.

La diagnosi si esegue con una visita medica specialistica e con l’esame obiettivo e con il prelievo di un campione delle eventuali secrezioni. La biopsia è consigliata in caso di donne di età maggiore ai 40 anni per escludere la presenza di un cancro vulvare.

Cura e rimedi

Spesso la bartolinite si risolve nel giro di 3-5 giorni senza ricorrere a farmaci, ma se l’infiammazione peggiora si utilizzano antinfiammatori e analgesici, sapone liquido germicida e l’utilizzo di antibiotici per via orale e/o locale.

Se la bartolinite persiste o se da origine a numerose recidive, si può pensare a ricorrere ad un approccio chirurgico per l’asportazione della ghiandola o delle ghiandole affette dalla patologia.

Se la bartolinite causa sintomi lievi, è possibile contrastare i sintomi con degli impacchi caldo-umidi locali o con l’immersione in acqua calda 2-3 volte al giorno per 10-15 minuti. Spesso il fastidio scompare con 3 o 4 giorni.

Ricordiamo che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non si sostituisce al parere del medico. Se noti i sintomi di una bartolinite, rivolgiti al medico per trovare la migliore terapia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons