Loading...

Brufoli sul pene: cause, rischi e cure

brufoloPuò sembrare un argomento assurdo, ma è possibile ritrovarsi con qualche strana protuberanza sul pene che potrebbe destare qualche preoccupazione. Spesso le protuberanze sono simili a brufoli, altre volte invece sono come delle macchioline.

Cosa fare in questi casi e bisogna allarmarsi? In alcuni casi possono essere davvero dei semplici brufoli, ma la diagnosi va lasciata fare ad un medico specialista per escludere che non si tratti di una malattia a trasmissione sessuale.

Cause

Le cause dei piccoli brufoli sul pene sono varie e differenti tra loro, tra le più comuni possiamo citare:

  • Ostruzione dei pori;
  • Allergie;
  • Sudore;
  • Herpes genitale;
  • Condilomi (dovuti al contagio da HPV o papilloma virus);
  • Sifilide;
  • Micosi.

Non è nemmeno troppo raro che compaiano brufoli sul pene di un uomo almeno una volta nella vita, quindi non in tutti i casi è necessario preoccuparsi, ma è sempre meglio farsi visitare da uno specialista.

Sintomi e rischi

Nel caso si tratti davvero di brufoli, le pustoline sono di un diametro di massimo due millimetri e contengono sebo all’interno, ovviamente non vanno scoppiate, in questo modo andranno via in pochi giorni.

Se invece le pustoline persistono, è necessario che contattiate il vostro medico o anche il vostro dermatologo.  Se le pustoline iniziano autonomamente a sanguinare e a creare piccole ulcere, si tratta di certo di una malattia venerea.

Ovviamente se avete strane pustole sul pene i rischi sono molti, se avete rapporti occasionali e continuate a non praticare sesso sicuro potrete contagiare la vostra partner, anzi probabilmente è già accaduto.

Cura

A seconda di cosa abbia causato le pustole, esiste una cura. Se le pustoline sono semplici brufoli, non servirà alcuna cura specifica, passeranno in pochi giorni. Se volete accelerare la guarigione, potete applicare delle pomate come il Gentalyn.

Nel caso le pustole siano un sintomo di una malattia venerea, molto più grave dei semplici brufoli, l’unico modo per trovare una terapia adatta è rivolgersi ad un medico e farsi visitare con esami approfonditi.

Esistono apposite terapie antibiotiche e antibatteriche che possono curare le malattie veneree e riportare la situazione delle vostre parti intime alla normalità. Consigliamo di avvisare e di far controllare anche la partner.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons