Loading...

Carcinoma Duttale Infiltrante: cos’è e come evolve?

carcinomaIl carcinoma duttale infiltrante è un tumore della mammella, che quindi colpisce soltanto le donne e che è il più comune tra quelli che colpiscono questa parte specifica del corpo. Si tratta di un tumore che costituisce, da solo, il 70% delle formazioni maligne a carico del seno.

Vediamo di saperne di più.

I tipi, ovvero i gradi di intensità

Esistono tre gradi di intensità entro i quali viene classificata questa specifica formazione tumorale:

  • Primo grado, ovvero quello che ha la prognosi migliore e che in genere ha i migliori risultati per quanto riguarda la guarigione;
  • Secondo grado, intermedio;
  • Terzo grado, il più grave.

I sintomi

I sintomi di questo specifico carcinoma non differiscono da quelli degli altri carcinomi. Si accompagna infatti anche al carcinoma tubolare. Sono tipiche anche le calcificazioni e una certa durezza al tatto, motivo per il quale è molto indicata la manipolazione della mammella per individuare quelli che sono eventuali noduli e inturgidimenti innaturali del seno stesso.

Quali sono le cause?

Le cause di questo specifico carcinoma sono ancora sconosciute, anche se si pensa sia a fattori di carattere genetico-ereditario, sia invece a quelli di tipo ambientale. Ad oggi non è ancora possibile avere una lista attendibile dei fattori di rischio che aumenterebbero la percentuale di contrazione di questa specifica patologia tumorale.

Si può curare?

Per quanto riguarda i tumori della mammella in generale, e quindi nello specifico anche il carcinoma duttale infiltrante, si procede in genere per via chirurgica, ovvero con l’asportazione della mammella.

Si chiama mastectomia ed è un intervento che in genere tende alla rimozione completa della mammella, che può essere seguita, nei casi più importanti e con metastasi già avviate, anche da radioterapie e chemioterapia.

È fondamentale, per la cura di questo particolare tipo di forma tumorale, intervenire per tempo. Per questo motivo medici e ginecologi, ormai da anni, consigliano di effettuare test periodici per ravvisare la presenza o meno di questo particolare tipo di tumore.

Si tratta di test che possono anche salvare la vita, soprattutto quando permettono di individuare la presenza della forma tumorale in anticipo e quindi di intraprendere i percorsi terapeutici più adatti al superamento di quella che è una patologia che in molti casi può anche uccidere.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons