Loading...

Carenza di ferro: cos’è e come combatterla

Tra i minerali più importanti per il corretto funzionamento del nostro organismo, troviamo sicuramente il ferro che prende parte alla formazione e all’attività dell’emoglobina.

Che cosa succede nel caso di una carenza di ferro? Come possiamo modificare la nostra alimentazione per aumentare l’apporto di ferro nel nostro organismo? Bisogna assumere degli integratori? Andiamo a rispondere insieme a queste domande.

Perché il ferro è così importante?

Come abbiamo già detto nell’introduzione, il ferro è indispensabile per il nostro organismo in quanto prende parte alle attività e alla formazione dell’emoglobina, una proteina fondamentale per trasportare l’ossigeno ai vari organi e tessuti.

Di conseguenza, una mancanza di ferro potrebbe essere collegata ad una mancanza di emoglobina, condizione conosciuta in ambito medico come Anemia.

Per questo è importante mantenere i valori del ferro entro i limiti di normalità, ossia:

  • Negli uomini circa 6 grammi;
  • Nelle donne circa 12 grammi.

Quanti tipi di anemia esistono?

L’anemia è una condizione che si verifica quando c’è una carenza di emoglobina nel sangue e spesso è collegata alla stessa carenza del ferro. Si distinguono tre tipi di anemia:

  • L’anemia Normocromica, nella quale si assiste ad una diminuzione del numero dei globuli rossi, anche se al loro interno è contenuta una quantità normale di emoglobina;
  • L’anemia Ipocromica, in cui diminuisce la quantità di emoglobina che si trova all’interno dei globuli rossi. In ambito medico viene anche chiamata Anemia Ipocromica Microcitica;
  • L’anemia Ipercromica, è il caso in cui si assiste ad un aumento anomalo del volume dei globuli rossi, ossia quella che in ambito medico è conosciuta come Eritropoiesi inefficace.

Cosa dobbiamo mangiare per integrare il ferro?

Il modo migliore per aumentare l’apporto di ferro nell’organismo è sicuramente quello di apportare alcune modifiche alle nostre abitudini alimentari, incrementando l’assunzione di alimenti ad alto contenuto di ferro. Tra questi alimenti, ricordiamo sicuramente i seguenti:

  • Le carni rosse;
  • Il cioccolato fondente;
  • Le verdure a foglia verde come gli spinaci e le bietole;
  • Le interiora degli animali, soprattutto il fegato;
  • I legumi.

E’ inoltre importante assumere alimenti che contengono la vitamina C in quanto aiutano l’organismo ad assorbire il minerale. Allo stesso tempo bisogna evitare altri alimenti che andrebbero a favorire la carenza di ferro come la soia, alcuni latticini e le fibre.

Infine l’assunzione degli integratori è raccomandata nei casi più gravi, ossia quando la carenza di ferro è più consistente e l’alimentazione non è sufficiente per porvi rimedio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons