Loading...

Catecolamine Urinarie: la guida completa

catecolamine_thumbHai mai sentito parlare dell’esame delle catecolamine urinarie? A che cosa serve? Quali sono i valori di riferimento? Cosa succede se il nostro esame riporta dei valori sballati?

Attraverso l’esame delle urine è possibile fare la valutazione di diversi parametri che ci consentono di indagare sul nostro stato di salute. Oggi ti mostreremo cosa sono le catecolamine e a cosa serve l’esame relativo.

Che cosa sono le catecolamine? A cosa servono?

Quando parliamo di catecolamine, ci riferiamo a sostanze idrosolubili che si trovano nella soluzione plasmatica, metà della loro concentrazione si lega alle proteine e l’altra metà rimane in forma libera.

Le catecolamine più importanti sono senza alcun dubbio le seguenti:

  • La noradrenalina: un neurotrasmettitore dalle svariate funzioni cardiovascolari, ad esempio quella di regolare la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca, insieme all’adrenalina;
  • La dopamina: ossia un neurotrasmettitore fondamentale soprattutto per le nostre funzioni cognitive, comportamentali e motivazionali;
  • L’adrenalina: è un ormone prodotto dal nostro sistema nervoso che, oltre ad avere tantissime funzioni interne all’organismo (come la mediazione della frequenza cardiaca), prende parte alla nostra reattività in situazioni particolarmente stressanti.

In genere, le catecolamine vengono prodotte come risposta dell’organismo a situazioni particolarmente stressanti dalla midollare surrenalica. L’esame delle catecolamine urinarie richiede una raccolta delle urine di 24 ore.

Quali sono i valori normali delle catecolamine urinarie?

Così come accade per qualsiasi altro tipo di esame, anche in questo caso i valori di riferimento possono variare in base al laboratorio e ognuno può riportare dei valori diversi da quelli di un altro. Per questo ti consigliamo di fare affidamento solo sui valori che sono riportati sul tuo referto.

In genere, i seguenti valori vengono considerati come normali per i livelli delle catecolamine nelle urine di individui adulti:

  • Noradrenalina: livelli inferiori ai 400 microg/24h;
  • Dopamina: livelli inferiori agli 80 microg/24h;
  • Adrenalina: livelli inferiori ai 20 microg/24h.

Cosa succede se il nostro esame riporta dei valori sballati?

Se il valore delle catecolamine urinarie è troppo alto, la causa può essere ricercata tra i seguenti punti:

  • Ipertensione arteriosa;
  • Infarto miocardico acuto;
  • Il paziente potrebbe trovarsi in una situazione stressante;
  • Presenza di un feocromocitoma;
  • Presenza di un neuroblastoma.

Invece, quando i valori sono troppo bassi, il medico prescrive l’esame delle catecolamine plasmatiche, per valutare la possibilità di andare incontro a malattie neurovegetative, ad esempio la malattia di Parkinson.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons