Loading...

Chirurgia estetica invasiva: perché non piace?

Quando si parla di chirurgia estetica bisogna assolutamente fare riferimento alle nuove tecniche che permettono di finire sotto i ferri attraverso procedimenti sempre meno invasivi. Proprio in quest’ambito le tendenze stanno cambiando.

La maggiore richiesta di procedure mini invasive fanno capire che si sta verificando un cambio di rotta, ma perché si fa meno affidamento all’estetica invasiva? Quali difetti presenta rispetto a quella mini invasiva? Andiamo a vedere quali sono le differenze tra le due tecniche.

I pregi dell’estetica mini invasiva

La chirurgia plastica nasce moltissimo tempo fa, alcuni dicono risalga addirittura all’epoca degli antichi egizi, ma possiamo collocarne un inizio ben preciso nella seconda metà dell’Ottocento, per poi attribuirne il “decollo” agli anni ’50-’60 del ventesimo secolo.

Ovviamente col passare degli anni, le risorse sono migliorate, le tecniche sono state affinate, per non parlare dell’impatto delle nuove tecnologie. Tutto questo ha portato ad una nuova categoria di interventi nella medicina estetica: la chirurgia plastica mini-invasiva.

Questa consiste in procedure che riducono il ricovero post operatorio del paziente, a volte anche inesistente, ma producendo degli ottimi risultati. Alcuni esempi di interventi effettuabili attraverso queste tecniche sono i lifting, la laserlipolisi, otoplastica e molto altro.

Essenzialmente si cerca di “traumatizzare” il corpo il minimo possibile, con piccole incisioni, pochi punti di sutura, riducendo gonfiori ed edemi in modo che il paziente possa recuperare al più presto le normali condizioni.

Il confronto

Come possiamo ben immaginare, le tecniche meno invasive sono più convenienti in termini di dolore, di ricovero e quindi anche di tempo. Molte persone giurano che i risultati siano strabilianti, al pari di quelli ottenuti attraverso le classiche procedure.

Un punto a sfavore potrebbe consistere nel fatto che non tutti i tipi di interventi possono essere effettuati attraverso tecniche mini invasive, per cui ci sono ancora molte operazioni che sono prerogative della chirurgia plastica ordinaria.

In oltre alcune tecniche mini invasive potrebbero costare più delle classiche tecniche chirurgiche, anche se questo è un dato che dipende molto dai vari centri a cui ci si rivolge.

Per cui la scelta è molto personale, ma stiamo decisamente vivendo un cambiamento importantissimo!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons