Loading...

Cilindri Urinari: cosa sono e quando preoccuparsi

catecolamine_thumbIn questo articolo ti forniremo una breve guida sui cilindri urinari. Vedremo insieme che cosa sono, a cosa serve l’esame per individuarli nelle urine e quali sono i rischi ad essi connessi.

Che cosa sono i cilindri urinari? Potrebbero indicare la presenza di una particolare condizione patologica? Come funziona l’esame? Quali sono i principali cilindri urinari? Proviamo a rispondere insieme a tutte queste domande!

Che cosa sono i cilindri urinari?

cilindri non sono altro che il risultato della coagulazione di alcune proteine che vengono prodotte dalle cellule renali. In condizioni normali i cilindri si trovano nelle nostre urine, anche se a bassissime quantità.

Queste particelle si formano nei tubuli renali, ossia dei tubi piuttosto stretti che si trovano all’interno dei nostri reni e che gli conferiscono la tipica forma cilindrica.

In linea di massima possiamo dire che la loro quantità nel sedimento urinario tende ad aumentare nel caso di un intensa attività fisica, ma anche in presenza di alcune condizioni patologiche di cui parleremo meglio in seguito. Andiamo adesso a vedere quali sono i principali tipi di cilindri.

Quali sono le principali tipologie di cilindri urinari?

Tra le tipologie più comuni di cilindri urinari, troviamo soprattutto le seguenti:

  • Cilindri ialini;
  • Cilindri cerei;
  • Cilindri granulosi;
  • Cilindri batterici;
  • Cilindri leucocitari;
  • Cilindri eritrocitari;
  • Cilindri epiteliali;
  • Cilindri misti;
  • Cilindri lipidici.

Ognuno di essi prende il nome dalla sostanza a cui si lega e la loro presenza nelle urine, come abbiamo già detto, potrebbe indicare la presenza di alcune condizioni patologiche. Andiamo a vedere quali sono nel prossimo paragrafo.

A cosa serve l’esame per la conta dei cilindri urinari?

L’esame delle urine può prevedere un’analisi fisica, chimica e, infine, microscopica. Nel caso della conta dei cilindri urinari prevede di andare ad analizzare al microscopio il sedimento urinario, dopo che la provetta è stata sottoposta a centrifuga.

Quando dall’esame emerge una certa quantità di cilindri urinari nel sedimento, in base alla tipologia dei cilindri trovati, si può andare incontro a malattie, come:

  • Un’insufficienza renale cronica;
  • La pielonefrite batterica;
  • La nefropatia diabetica;
  • L’amiloidosi renale;
  • La nefrite lupica;
  • Presenza di processi infettivi;
  • Un infarto renale;
  • La glomerulonefrite proliferativa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons