Loading...

Cisti sul gluteo: come comportarsi

cisti gluteoSoffri di cisti sulla zona del sedere e non sai come comportarti e cosa fare? Non sai di che tipo di problema si tratta e ti servono informazioni? Oggi ti daremo delle informazioni sull’argomento in questa breve guida.

Parleremo di cosa sono le cisti nella zona del sedere e ti indicheremo cosa fare come cura e terapia per combatterle.

Cisti al sedere: cosa sono

Il sinus pilonidalis è una formazione di tipo cistico che spesso contiene dei peli. La cisti è anche conosciuta col nome cisti sacro-coccigea dato che si sviluppa nella maggior parte dei casi in questa zona.

Può causare ascessi, fistole e accumuli purulenti. Ne sono spesso colpiti gli uomini perché hanno maggiore peluria rispetto alle donne. La cisti pilonidale in genere si riforma anche se è stata rimossa dal chirurgo.

La persona può non accorgersi del problema fino a quando il sinus non si infiamma e causa dolore, rossore e tumefazione. La cisti può causare febbre, malessere generale e mal di testa. In genere se la malattia ricompare entro un anno, significa che la cisti non è guarita, mentre se si ripresenta dopo un anno è una nuova formazione.

Cura e terapia

La terapia contro il sinus è in genere quella chirurgica anche se spesso si va incontro a recidive. Se la fase infiammatoria è acuta, il chirurgo in genere preferisce drenare l’accumulo di pus e lascia guarire la cavità aperta, che viene trattata attraverso delle medicazioni.

Nel 40% dei casi purtroppo si va incontro ad una recidiva. L’intervento chirurgico asporta completamente la parte malata con il sinus e asporta anche tutte le eventuali fistole. Il chirurgo può chiudere tramite i punti di sutura o lasciarla aperta per la guarigione.

In genere grazie ai punti, la ferita si cicatrizza più rapidamente, ma non sempre è l’approccio migliore, ogni caso è diverso. Lasciare guarire la ferita aperta che si chiude col tempo attraverso medicazioni, porta ad un abbassamento del rischio di recidive, ma si tratta di un processo piuttosto doloroso.

Il tempo per la guarigione è elevato e il metodo è spesso poco tollerato dal paziente che prova dolore continuo fino alla guarigione della ferita.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons