Loading...

Compresse alla lavanda: fanno bene contro l’ansia?

In commercio esistono diversi prodotti consigliati per contrastare i sintomi dell’ansia lieve a base di olio essenziale di lavanda.

Il principio attivo della pianta officinale, infatti, sembra avere effetti benefici e calmanti sul nostro organismo. L’olio si ricava dalla lavorazione dei fiori freschi o di quelli essiccati. Può essere diffuso nell’ambiente come pratica dell’aromaterapia. In alternativa si assume tramite integratori specifici comunemente venduti in farmacia.

Oggi, in particolare, vi parleremo delle compresse alla lavanda, sempre più pubblicizzate come valido supporto per ridurre l’ansia. Ma funzionano davvero contro gli stati ansiosi? In quali casi sono più indicate? Vediamolo insieme.

Compresse alla lavanda: un aiuto dalla natura contro l’ansia

Le compresse alla lavanda sono classificate generalmente come farmaci ipnotici e sedativi vegetali. Questo significa che hanno un effetto rilassante sull’organismo e che favoriscono la distensione e la riduzione degli stati d’ansia non grave.

Se assunte regolarmente, le compresse con olio essenziale di lavanda possono aiutare a ridurre i sintomi dell’ansia lieve. Quelli più comuni sono: agitazione, preoccupazione generale, disturbi del sonno, cattivo umore, palpitazioni, sudorazione, etc.

Le pasticche di lavanda si acquistano in farmacia e non richiedono una prescrizione medica. In molti casi possono prenderle anche i ragazzi al di sopra di una certa età. Tuttavia è sempre consigliato chiedere il parere del proprio medico prima di utilizzarle.

Compresse alla lavanda: quando sono indicate?

Le compresse alla lavanda possono essere utilizzate per ridurre l’ansia lieve. È il caso, ad esempio, di uno stato d’ansia passeggero dovuto a un evento che ci mette in agitazione, come un trasferimento o un colloquio di lavoro.

L’ansia passeggera può manifestarsi anche in un periodo molto stressante. I sintomi dell’ansia lieve creano disagio alla persona che ne soffre, ma non sono invalidanti. Ciò significa che l’ansia non impedisce di avere una vita normale o di svolgere attività come lo studio e/o il lavoro.

Al contrario, se i livelli di ansia dell’individuo sono più gravi, le pasticche alla lavanda potrebbero non essere sufficienti o non determinare alcun miglioramento. In questi casi, il malessere è significativo e quindi è indicato recarsi da un professionista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons