Loading...

Coronarografia: cos’è e a cosa serve

coronarografiaLa coronarografia è un tipo di esame diagnostico che permette di monitorare il modo in cui il sangue scorre nelle coronarie. Per fare un esame del genere bisogna ricorrere ad un catetere che va inserito in un’arteria fino a raggiungere le coronarie.

Una volta inserito, il catetere espelle un liquido di contrasto utile al controllo delle arterie. Con i raggi X è possibile effettuare una diagnosi.

Come si svolge e cos’è una coronarografia?

La coronarografia è un esame invasivo e pericoloso e per effettuarlo bisogna prima preparare il paziente. Una volta effettuato l’esame, il paziente va tenuto sotto osservazione per qualche ora o per la notte.

Il paziente deve:

  • Fare l’esame a digiuno;
  • Portare al medico tutti i medicinali che si assumono di solito.

La coronarografia permette di vedere direttamente su un apposito monitor il flusso sanguigno nelle coronarie. I raggi X e il liquido di contrasto potrebbero dare problemi al paziente, per questo l’operazione è da considerarsi molto delicata.

Prima dell’esame il medico misura i parametri vitali del paziente e ne studia la storia clinica. Solo dopo aver controllato tutto il medico può iniziare l’esame.

A cosa serve?

La coronarografia si rende necessaria in presenza di:

  • Insufficienza cardiaca;
  • Coronaropatia (problema alle coronarie);
  • Dolore al petto;
  • Difetti al cuore e/o alle valvole;
  • Patologie cardiovascolari.

Possibili complicazioni

La coronarografia può creare lesioni alle arterie e provocare pericolose emorragie o embolie. In alcuni casi si possono occludere le arterie e presentarsi ischemie o episodi di occlusione delle arterie.

In genere per questi motivi si firma un consenso informato. In alcuni casi compare un piccolo livido o un ematoma nella zona dove viene inserito il catetere.

Il livido o l’ematoma vanno via nel giro di qualche giorno o di qualche settimana e in genere non c’è nulla di cui preoccuparsi.

In alcuni casi si può evitare di fare una coronografia e preferire una TAC alle coronarie per evitare le complicazioni e i danni.

Nei casi peggiori e urgenti di coronarografia non si riesce a preparare il paziente e l’esame va effettuato d’urgenza, in questi casi è il parente più stretto a dover dare l’autorizzazione per l’esame.

In caso di problemi al cuore, tenetevi sempre sotto controllo e chiedete consiglio al medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons