Loading...

Cosa sono gli elettroliti? Perché sono importanti per il corpo?

elettrolitiGli elettroliti sono delle particelle fondamentali per il nostro organismo, in quanto sono indispensabili per regolare le funzioni fondamentali delle nostre cellule.

Quali sono gli elettroliti presenti nel nostro organismo? Quali sono i valori normali degli elettroliti? Come facciamo ad esaminarli? Cosa bisogna fare nel caso di valori eccessivamente alti o troppo bassi?

Cosa sono gli elettroliti?

Come abbiamo già detto nell’introduzione gli elettroliti sono delle particelle chimiche che svolgono molte funzioni fondamentali, ad esempio:

  • Regolare il bilancio idrico dell’organismo;
  • Sono molto importanti per l’omeostasi;
  • Indispensabili per i processi metabolici;
  • Regolano la stabilità della pressione sanguigna;
  • Sono indispensabili per la contrazione muscolare.

A causa della loro importanza nello svolgere funzioni utili nella regolazione cellulare, gli elettroliti devono sempre mantenere una concentrazione costante.

Quali sono gli elettroliti che vengono analizzati? E perché?

Per valutare lo stato di salute generale di un individuo generalmente i medici prescrivono le analisi dei seguenti elettroliti presenti nel plasma sanguigno:

  • Sodio: valori normali nel plasma 138-140 mmol/l;
  • Potassio: valori normali nel plasma 4.09-4.73 mmol/l;
  • Magnesio: valori normali nel plasma 0.78-0.91 mmol/l;
  • Calcio: valori normali nel plasma 2.05-2.89 mmol/l;
  • Cloruro: valori normali nel plasma 101-103 mmol/l;
  • Fosfato: valori normali nel plasma 0.97-1.13 mmol/l.

Solitamente le analisi degli elettroliti vengono prescritte per aiutare la diagnosi di eventuali patologie nei pazienti con i seguenti sintomi:

  • Debolezza;
  • Nausea;
  • Sensazione di confusione;
  • Aritmie cardiache;
  • Edema.

Inoltre viene prescritto quando il soggetto è affetto da una malattia o in presenza di una condizione che provocherebbe uno squilibrio dei valori degli elettroliti in questione, ad esempio:

  • Malattie ai reni;
  • Malattie del fegato;
  • Elevata pressione arteriosa;
  • Insufficienza cardiaca.

Da cosa dipendono i livelli degli elettroliti?

I valori di queste particelle, che derivano dalle apposite analisi del sangue, dipendono principalmente dal tipo di alimentazione dell’individuo, dalla capacità di filtraggio dei reni e dalla quantità d’acqua ingerita.

Cosa succede se i valori degli elettroliti sono anomali?

Nel caso in cui l’esame riporta dei valori anomali, il trattamento varia in base all’elettrolita che non rientra nei livelli normali. Questo trattamento può prevedere:

  • Un aumento dell’ingestione di liquidi;
  • L’assunzione di diuretici;
  • Seguire una dieta a bassa concentrazione di sale.

Esistono anche dei farmaci che aiutano a normalizzare questi valori, ma alcuni di essi potrebbero alzare i livelli di un elettrolita e abbassare quelli di un altro, per cui è preferibile porre rimedio al problema attraverso l’alimentazione e l’assunzione di liquidi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons