Loading...

Cosa sono i disturbi psicosomatici?

psicosi maniaco depressivaLa psicosomatica fa parte della psicologia clinica e studia le relazioni tra la mente e il corpo e cerca di capire come un’emozione possa agire sull’organismo umano. I disturbi psicosomatici possono essere di due tipi differenti:

  • Disturbi psicosomatici primari;
  • Disturbi psicosomatici secondari.

Cosa sono i disturbi psicosomatici primari e secondari?

Quando si parla di disturbi psocosomatici primari, si associa al disturbo una disfunzione:

  • Diabete;
  • Disturbi metabolici;
  • Allergie;
  • Asma.

Ma perché si parla di disturbo psicosomatico primario? Perché il problema è effettivamente presente, ma viene esagerato dal disturbo psicologico. Ad esempio, nel caso di asma potrebbe accadere che venga scatenata anche dall’ansia e non sono dall’allergia, lo stesso vale per problemi di orticaria che potrebbero essere associati alle allergie, ma anche allo stress.

Quando si parla di disturbi psicosomatici secondari, non esistono problemi fisici realmente associabili a quelli psicosomatici. I disturbi psicosomatici di tipo secondario possono provocare:

  • Anoressia;
  • Colite;
  • Gastrite;
  • Asma;
  • Bulimia;
  • Acidità gastrica;
  • Diarrea;
  • Aritmie;
  • Tachicardia;
  • Mal di testa;
  • Dermatiti;
  • Torcicollo.

Nell’elenco sono presenti i sintomi più comuni, ma possono essere i più vari e disparati e possono comparire in seguito a periodi di forte stress o forte emotività inespressa. Ovviamente possono ricomparire ogni volta che l’individuo non si sente in pace.

Cura e consigli

Il disturbo psicosomatico è spesso associato ad un’impossibilità di parlare o esprimere il proprio disagio e di conseguenza il corpo si difende mostrando numerosi sintomi fisici. Se l’individuo non riesce ad esprimersi, bisogna innanzitutto che cambi ambiente e che segua una terapia psicologica che possa far scaricare il paziente dell’emotività repressa e che lo aiuti a difendersi nei momenti peggiori.

Periodi di allontanamento associati alla cura potrebbero fare la differenza. Bisogna inoltre insegnare al paziente ad esprimere tutte le proprie emozioni nel modo giusto. Non ha senso curare i sintomi unicamente psicosomatici, come ad esempio asma o orticaria, con i soli medicinali.

Essendo il problema unicamente associabile ad un disagio, ricomparirebbe anche a seguito di una adeguata terapia farmacologica. Se il paziente mostra problemi psicosomatici, cercate di non vessarlo e di non farlo sentire impossibilitato ad esprimersi, in questo modo rischierete di aggravare la situazione. Cercate, per quanto possibile, di rendere l’ambiente confortevole e tranquillo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons