Loading...

Cos’è la resilienza?

Quando attraversiamo un periodo difficile in cui tutto sembra andare per il verso sbagliato, la nostra mente mette inconsciamente in atto delle meccaniche che potrebbero aiutarci.

Ogni atteggiamento è diverso da persona a persona, infatti ci sono alcuni che affrontano il problema di petto ed altri che si comportano in modo passivo, sperando che il problema si risolva da solo.

Tra i tanti metodi per superare un periodo sfavorevole, possiamo evidenziare la resilienza, ovvero l’adattamento alla condizione in cui ci si trova, ottenendo risultati positivi.

In cosa consiste?

Ci sono stati molti studi su questa tecnica psicologica e altrettante sono state le risposte a cui si è giunti.

Tutti gli studiosi, tuttavia, sono d’accordo sulla definizione di questo atteggiamento, ovvero la capacità di un individuo di riuscire ad abbattere un problema attraverso un processo di adattamento.

È quindi molto diversa dalla resistenza, poichè in quest’ultima si va contro il problema senza pensare a trovare una soluzione che comprenda un proprio cambiamento.

Cosa la causa?

La resilienza compare in tutti quei momenti difficili della nostra vita.

È molto comune che si manifesti nei contesti traumatici, legati alla perdita di una persona cara o alla diagnosi di qualche malattia.

Può manifestarsi anche nella mente di un bambino, in seguito a continui litigi dei propri genitori, che lo portano a pensare ad un rischio di separazione.

Abbiamo evidenziato solamente le cause più comuni che creano dei traumi nella psiche di una persona, ovviamente le cause sono molto soggettive e varie.

Come si comporta una persona resiliente?

Gli individui resilienti sono dei soggetti che hanno fatto proprie una serie di qualità che intervengono ogni volta che si presenta un problema.

Tra i tanti atteggiamenti il più importante è senza dubbio l’ottimismo, che porta una persona a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, a prescindere dalla gravità della situazione.

Altre qualità essenziali sono l’autostima, la capacità comunicativa e l’empatia.

Quindi se vorrete diventare persone resilienti, non vi resta che cominciare a lavorare su voi stessi, in modo da essere pronti alla comparsa di un momento buio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons