Loading...

Cos’è la sinestesia e quando si prova

sinestesiaQuando parliamo di sinestesia sensoriale, ci riferiamo ad un preciso fenomeno di carattere percettivo, nel quale si presenta una sorta di contaminazione tra i sensi.

È una situazione nella quale, per fare un esempio pratico e rapido, si possono sentire i colori, oppure vedere i suoni.

La sinestesia è in genere collegata con il mondo delle droghe psichedeliche, anche se non ne è sempre il caso, come vedremo tra pochissimo nel nostro speciale.

I nostri sensi non sono autonomi

La verità è che i nostri sensi, il più delle volte, non sono completamente autonomi e sia la loro percezione sia la loro computazione da parte del nostro cervello può contribuire alla contaminazione.

Per questa ragione la sinestesia, anche se in maniera blanda, è presente in tantissimi soggetti, in genere però in modo non spiccato, che necessita di un po’ di allenamento per realizzarlo.

La forma pura

Possiamo parlare di forma pura di sinestesia quando il fenomeno è di carattere permanente e percettivo, nel senso che una nota viene sempre associata ad esempio ad un determinato colore e viceversa.

Qui “l’errore sensoriale” avviene però a livello direttamente percettivo e non cognitivo.

Grafema-colore: la sinestesia più comune

Tra tutte le sinestesie quella che forse è più comune è quella che vede associato ad un determinato numero o lettera un colore. Si tratta infatti di una sinestesia molto comune, che è favorita anche dal fatto che i due centri che gestiscono questo tipo di informazioni nel nostro cervello sono molto vicini tra loro.

In questo caso il colore lavora come se fosse una pellicola che copre completamente il numero o la lettera.

Spesso favorita dalle droghe psichedeliche

Le droghe psichedeliche sono spesso responsabili della sinestesia:

  • Psilocibina: si trova in determinati funghi, in libero commercio in alcune zone d’Europa.
  • Mescalina: contenuta in diversi cactus del centro america, come San Pedro e Peyote.
  • LSD: droga psichedelica di sintesi molto popolare negli anni 70 e 80, che oggi è tornata in auge.

I meccanismi di interazione di queste droghe con i canali sensoriali non sono esattamente chiari.

Le sinestesie indotte da queste specifiche droghe sono in genere più intense di quelle che si provano a livello personale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons