Loading...

Cos’è l’Amilasi Pancreatica: valori alti e bassi

pancreasL’amilasi pancreatica è uno dei risultati che vengono inclusi negli esami del sangue e che rilevano la presenza di un determinato enzima nel nostro plasma. Si tratta di un test fondamentale per l’individuazione di alcune patologie, ed è per questo che riveste un’importanza così fondamentale in alcune tipologie di diagnosi.

Cosa sono gli amilasi?

Sono una famiglia di enzimi che servono per metabolizzare gli aminoacidi. Servono ad aiutare il processo digestivo, con l’idrolisi.

Le cause dell’amilasi pancreatica troppo alta possono essere, come vedremo tra poco, decisamente varie e per questo motivo valori troppo alti sono in genere fonte di preoccupazione.

Le possibili cause

Le possibili cause includono diverse patologie e diversi stati fisiologici, vediamo quali sono i più importanti:

  • Morbillo;
  • Parotite;
  • Ulcera peptica;
  • Insufficienza renale;
  • Calcoli biliari;
  • Pancreatite acuta;
  • Gravidanza ectopica.

Come farli rientrare nei valori normali?

Rientrare nei valori normali di amilasi pancreatica non è qualcosa di semplice e che possiamo cercare di ottenere da soli. Si tratta, infatti, di individuare quali sono le cause più remote dei livelli troppo alti di amilasi, individuati i quali si dovrà procedere alla creazione di una terapia adatta per la cura della patologia che ha causato questi valori “sballati”.

Quali sono i valori normali?

I valori cambiano a seconda dell’età. Quelli ritenuti generalmente normali dai laboratori sono:

  • Per chi ha meno di 50 anni: 6–55 U.I / L
  • Per chi ha più di 50 anni: 6–63 U.I. / L

Quali possono essere i sintomi del problema?

I sintomi dell’amilasi pancreatica alta includono disturbi tutti in genere a carico dell’apparato digerente:

  • Nausea;
  • Vomito profuso;
  • Disturbi alla digestione;
  • Sensazione di bruciore, simile alla gastrite;
  • Sensazione di debolezza diffusa.

In presenza di questi sintomi il medico potrebbe prescrivervi proprio l’analisi del sangue al fine di individuare un’eventuale amilasi pancreatica.

In caso di risultati al di fuori dei valori di norma, è d’obbligo rivolgersi al proprio medico curante, che avvierà le procedure diagnostiche di sorta per individuare la fonte del problema.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons