Loading...

Cos’è l’Ematemesi? Diagnosi e Terapia

ebola ematemesiL’ematemesi altro non è che l’espulsione, da parte del nostro corpo, di sangue attraverso il vomito. Si tratta di una patologia piuttosto preoccupante per chi ne fa la conoscenza per la prima volta e che in genere si traduce in ansie e preoccupazioni, in parte giustificate.

Un fenomeno violento e soprattutto evidente del quale parleremo nel corso del nostro speciale.

Che cos’è l’ematemesi? A cosa è dovuta? Come va curata? Vediamolo insieme.

Le cause dell’ematemesi

Non dev’essere il sangue nel vomito a dover preoccupare, ma piuttosto le patologie che a questo tipo di fenomeno potrebbero essere collegate:

  • Angiodisplasia, una delle cause più comuni che portano all’ematemesi.
  • Dengue, che dovrebbe interessare solo chi ha visitato zone tropicali o paesi dove questa particolare febbre è endemica.
  • Diverticoli all’esofago.
  • Ebola, ancora una volta un caso che dovrebbe interessare esclusivamente chi ha visitato paesi colpiti da questa epidemia virale.
  • Esofagite, con danni a carico dell’esofago come ulcere e lacerazioni.
  • Febbre gialla, ancora una patologia che non esiste nel nostro paese ma che potrebbe interessare chi ha visitato paesi dove è endemica.
  • Gastrite grave, con danni allo stomaco come ulcere e lesioni.
  • Tumore allo stomaco.
  • Tumore all’esofago.
  • Ulcere, sia duodenali che gastriche.

Si tratta di una lista di patologie, come avrete capito, piuttosto lunga. Per una diagnosi efficace, che è poi necessaria per individuare la terapia più corretta, è necessario rivolgersi al proprio medico che, con gli esami di rito, riuscirà a comprendere l’origine della nostra ematemesi.

Si può curare?

Per curare l’ematemesi è innanzitutto necessaria una diagnosi accurata delle cause che hanno portato il nostro corpo a vomitare sangue.

Non esistono ovviamente cure generiche che possano far interrompere il fenomeno immediatamente: le cause sono purtroppo, come abbiamo visto poco fa, tantissime e necessitano assolutamente, soprattutto nei casi più gravi, dell’intervento del medico.

Il vomito nel sangue è un segnale importante, che deve essere posto immediatamente all’attenzione del personale sanitario e medico, che prenderà di conseguenza le prime misure verso una terapia di guarigione che, in caso di esito positivo, riporteranno il nostro corpo in condizioni di salute e normalità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons