Loading...

DHEA – guida ai valori

dheaChe cos’è il deidroepiandrosterone? A che cosa serve? Quali sono i suoi effetti sull’organismo di una donna? E su quello di un uomo? Perché e quando si deve fare l’esame per il dosaggio di DHEA?

Come saprai il corpo umano funziona grazie al lavoro simultaneo di diversi sistemi, da quello digerente, nervoso, circolatorio, ecc. Tra questi sistemi troviamo anche il sistema endocrino, fondamentale per la regolazione degli ormoni, tra cui anche il DHEA. Vediamo bene cos’è.

Che cos’è il deidroepiandrosterone? A che cosa serve?

Come abbiamo brevemente accennato nell’introduzione, il deidroepiandrosterone, DHEA, è un ormone steroideo che viene prodotto in gran parte dalla corteccia surrenale, ma anche dai testicoli, dalle cellule gliali e dalle ovaie.

Possiamo dire che la quantità del DHEA che si trova nell’organismo dipende soprattutto dall’età del paziente, infatti i suoi livelli rimangono bassi dalla nascita fino ai 5 anni, per poi aumentare significativamente una volta passati i 5 anni di età.

L’apice di questo ormone viene raggiunto intorno ai 25 anni, in seguito ai quali esso tornerà a diminuire progressivamente. Diminuzione che diventa sempre più rapida verso i 40 anni del paziente.

Visto che il DHEA è fortemente correlato con l’età, si suppone che esso sia coinvolto con i meccanismi dell’invecchiamento, motivo per cui tempo fa veniva somministrato come farmaco anti-età.

In linea di massima possiamo dire che questo ormone così importante prende parte a tantissime funzioni biologiche. Tra le più comuni, ricordiamo soprattutto le seguenti:

  • Aiuta a produrre la mielina, ossia quella guaina che ricopre i nervi;
  • Regola e stimola le funzioni sessuali dell’individuo;
  • Regola il metabolismo dei lipidi;
  • Prende parte all’attivazione di un particolare enzima che contribuisce alla riduzione delle cellule adipose;
  • Regola e stimola i caratteri sessuali;
  • Regola l’aumento della forza e della massa muscolare.

Cosa significa se l’esame del DHEA riporta alti livelli dell’ormone?

Se ti sei sottoposto ad un esame del DHEA e i suoi valori sono risultati superiori alla norma, potresti andare incontro alle seguenti condizioni:

  • Presenza di una gravidanza;
  • Ovaio policistico;
  • Virilismo;
  • Assunzione di androgeni;
  • Irsutismo;
  • Pubertà precoce;
  • Neoplasia del surrene;
  • Presenza di un difetto di 3-betaidrossisteroidodeidrogenasi.

Cosa significa se l’esame del DHEA riporta bassi livelli dell’ormone?

Se invece il tuo esame riporta bassi livelli di DHEA, potresti avere a che fare con le seguenti condizioni:

  • Assunzione di estrogeni;
  • Iposurrenalismo;
  • Senilità;
  • Criptorchidismo;
  • Traumi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons