Loading...

Diarrea del Viaggiatore: cause, sintomi e rimedi

diarrea viaggiatoreViaggiare il più delle volte è un piacere, ma spesso può trasformarsi in qualcosa di davvero problematico, dato che il nostro corpo potrebbe metterci più di qualche ora ad adattarsi alle nuove circostanze ambientali.

Oggi parliamo di una malattia che si siede tra scienza e leggenda e che è protagonista di una copiosa letteratura (soprattutto a-scientifica), che ne tratta gli aspetti culturali e fisici.

Parliamo della Diarrea del Viaggiatore, una patologia molto comune, che colpisce moltissimi viaggiatori e che è uno dei disturbi più comuni legati ai viaggi.

Chi viene colpito?

La diarrea del viaggiatore colpisce tra il 40 e il 65% dei viaggiatori. Questo vuol dire che di media un viaggiatore su due, durante un qualunque viaggio, soffre di questo tipo di disturbo.

Le percentuali però salgono quando chi viaggia proviene da ambienti urbani e molto igienici e si muove verso paesi magari in via di sviluppo, dove le condizioni igieniche e ambientali non sono delle migliori.

Come si manifesta?

La diarrea del viaggiatore è una tipologia di diarrea che si manifesta con 2 o più evacuazioni che sono o non formate o comunque piuttosto liquide, con i due o più fenomeni che si ripresentano nella stessa giornata.

A questo si possono accompagnare altri tipi di disturbi, come ad esempio dolori allo stomaco e all’intestino, coliche, necessità di liberare gas. A questi fenomeni si possono aggiungere:

  • Sensazione diffusa di malessere;
  • Vomito;
  • Nausea;
  • Senso di spossatezza;
  • Eruttazioni.

Si tratta dunque di fenomeni tipici delle patologie che sono di carattere gastrointestinale. Nei casi più gravi e intensi, il paziente può anche trovarsi a fare i conti con la febbre, più o meno elevata.

Quali sono le cause?

Le cause sono di carattere microbiologico. Si tratta infatti di patologie leggere che vengono causate da batteri, virus o miceti ai quali non siamo abituati e per i quali non abbiamo anticorpi a sufficienza.

Allo stesso tempo, nei paesi dove le condizioni igieniche sono più precarie, questo tipo di problemi possono essere causati anche, appunto, dall’assenza delle più basilari norme di igiene.

Si può curare?

La diarrea del viaggiatore in genere tende a scomparire in 48–72 ore, senza che ci sia la necessità di alcun tipo di intervento. Per i casi più gravi, può essere però richiesta l’ospedalizzazione del paziente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons