Loading...

Diastasi dei retti addominali: cos’è e come rimediare

diastasiLa diastasi dei retti addominali affligge tante donne dopo il parto. Se non si protrae per troppo tempo, si tratta di un fenomeno del tutto normale. Un terzo delle donne continua a soffrire di questo problema anche cinque mesi dopo il parto. In questa guida vediamo cos’è la diastasi addominale e proviamo a capire come fare per curarla.

Diastasi addominale: cos’è

La diastasi addominale è la divisione del retto dell’addome durante il corso della gravidanza. Il retto dell’addome è il muscolo della parete addominale e le due parti che lo compongono, durante la gravidanza, si dividono a causa della crescita del feto.

La diastasi addominale diventa un problema se la distanza tra le due fasce del muscolo resta anche dopo 5 medi dal parto.  La diagnosi si effettua tramite ecografie ed esami medici. Se dopo 5-6 mesi dal parto il muscolo non torna al suo posto consigliamo di rivolgersi al medico.

I fattori di rischio di una distasi dei retti addominali sono:

  • Età della gestante che supera i 35 anni;
  • Predisposizione genetica;
  • Feto dal peso elevato;
  • Gravidanza gemellare o plurigemellare;

 

Cura della diastasi addominale

Un fisioterapista o un osteopata possono indicarti degli esercizi specifici da seguire per porre rimedio al problema. Se il problema è molto marcato bisogna ricorrere all’intervento chirurgico tramite una addominoplastica. L’intervento si esegue tramite una incisione sopra il pube e il chirurgo esegue unaa ricostruzione della parete addominale.

L’intervento di addominoplastica può essere fatto sia in una clinica privata che in ospedale. In ospedale i tempi di attesa sono lunghi, ma in una clinica privata si arriverà a spendere dai 5000 ai 10000 euro.

La cicatrice è molto simile a quella del parto cesareo, ma i benefici sono permanenti. Non esercitarsi autonomamente, dei movimenti errati potrebbero peggiorare la situazione. È assolutamente necessario seguire le indicazioni del fisioterapista o dell’osteopata.

Si consiglia di non trascurare il problema, soprattutto se si accusa la presenza di dolore o di sintomi di vario genere associati alla diastasi dei retti addominali.

Trascurare il problema può interferire con la qualità della vita quotidiana della donna. Per qualsiasi dubbio tu possa avere sulla diagnosi della diastasi dei retti addominali consigliamo di consultare il medico e di chiedere un controllo.

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons