Loading...

Disfagia: cause, sintomi e cura

La disfagia fa parte dei disturbi della nutrizione, più precisamente si tratta di un problema della deglutizione ed è spesso associato a delle condizioni patologiche ben precise. Purtroppo in presenza della disfagia può diventare molto difficile riuscire a nutrirsi ed assimilare le sostanze benefiche di cui abbiamo bisogno.

Ma quali sono le cause più comuni della disfagia? Come si manifesta la disfagia? Quali sono i migliori rimedi per affrontare al meglio questo disturbo?

Se stai cercando una risposta a tutte queste domande, allora stai leggendo l’articolo che fa al caso tuo!

Che cos’è la disfagia? Da cosa è causata?

Come abbiamo già accennato nel breve paragrafo introduttivo, la disfagia è un disturbo della deglutizione che può spesso comportare una condizione di mal nutrimento, proprio a causa dell’incapacità di mangiare e deglutire il cibo.

La disfagia può essere causata da diversi fattori e si tratta per lo più di problemi a livello neurologico. Tra le principali cause della disfagia, ricordiamo soprattutto quelle citate in seguito:

  • Presenza di alcune patologie che interessano il sistema nervoso, ad esempio il Morbo di Parkinson;
  • Presenza di problemi della coordinazione dei muscoli deputati alla deglutizione, ad esempio a causa di un ictus o di un trauma cranico;
  • Il labbro leporino nei neonati;
  • Una condizione che comporta la debolezza dei muscoli della gola, ad esempio dopo aver subito un intervento chirurgico.

Quali sono i sintomi più comuni della disfagia?

La disfagia si manifesta solitamente con dei sintomi ben precisi e, tra questi, i più comuni sono i seguenti:

  • Rigurgito;
  • Sensazione di nodo in gola;
  • Rischio di soffocamento proprio mentre si sta deglutendo;
  • La tosse;
  • Difficoltà nel linguaggio.

Quali sono i migliori rimedi per la disfagia?

Ovviamente, nel momento in cui viene riconosciuta la disfagia, sarà il medico a dirti qual è il trattamento più indicato per quella situazione specifica. Di solito, la prima cosa da fare è apportare dei cambiamenti alla dieta.

Ad esempio, per favorire la deglutizione potrebbe essere utile cambiare la propria dieta, soprattutto per quanto riguarda la consistenza dei cibi, così da rendere più facile la deglutizione.

Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessario adottare dei sistemi diversi, come l’inserimento di un sondino gastrico, oppure altre tecniche di nutrizione enterale, ovviamente sempre dietro prescrizione del medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons