Loading...

Dolore ai testicoli: possibili cause e rimedi

dolore testicoliIl dolore ai testicoli in genere è causato da un’infiammazione dell’epididimo, ovvero un tubicino che si trova dietro i testicoli. Questo piccolo tubo permette il passaggio dello sperma. Questa particolare infiammazione può colpire gli uomini di tutte le età e in genere è causata da un’infezione o da una malattia sessualmente trasmissibile.

Le cause più comuni del dolore ai testicoli sono:

  • Malattie sessualmente trasmissibili;
  • Infezioni batteriche delle vie urinarie o della prostata;
  • Effetti collaterali di medicinali con amiodarone;
  • Reflusso di urina;
  • Problemi alla prostata;
  • Anomalie anatomiche;
  • Interventi chirurgici;
  • Ingrossamento della prostata.

Sintomi

I sintomi più conosciuti dell’epididimite sono:

  • Dolore scrotale;
  • Gonfiore e arrossamento dello scroto;
  • Senso di calore;
  • Dolore ai testicoli;
  • Minzione difficoltosa;
  • Rapporti sessuali dolorosi;
  • Gonfiore ai linfonodi inguinali;
  • Dolori alla regione pelvica;
  • Sangue nello sperma.

In alcuni casi l’epididimite può presentare delle fastidiose recidive e diventare cronica.

Cura e rimedi

L’epididimite, se provocata da una malattia sessualmente trasmessa o da infezioni varie, è di solito curata con una terapia a base di antibiotici. Ricordate sempre che nessuna infezione o malattia deve essere trascurata e che ogni qualvolta ne contraiate una, dovrete far controllare anche il vostro partner per evitare recidive.

Il ciclo di antibiotici va sempre completato e non deve essere assolutamente interrotto appena apporta benefici, seguite scrupolosamente le indicazioni del medico per evitare che l’infezione si aggravi.

Nel caso in cui i sintomi non migliorino, potreste aver bisogno di effettuare degli esami. Talvolta i batteri e i virus sono resistenti agli antibiotici e potrebbe essere necessario individuare il medicinale più adatto.

Il dolore potrebbe anche essere causato da un ascesso e in questo caso è necessario un piccolo intervento. In casi gravi o in caso di malformazioni, il paziente necessita di epididimectomia (ovvero una rimozione chirurgica dell’epididimo). Se il dolore persiste, sarà necessario optare per una tac o per esami specifici che individuino la causa e scongiurino la presenza di un tumore.

Consigliamo infine di riposare il più possibile per alleviare il dolore e di applicare del ghiaccio sullo scroto per qualche minuto. Evitate i rapporti sessuali fino a quando l’infezione non sia guarita. Chiedete consiglio al medico su quando potrete riprendere ad avere rapporti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons