Loading...

Doxiciclina: ecco quando causa danni ai denti

doxiciclina dentiMolti farmaci ed alimenti possono causare dei danni più o meno seri ai nostri denti. La doxiciclina è un antibiotico molto diffuso, soprattutto per il trattamento di infezioni batteriche. Ma quali sono i danni che può causare questo farmaco ai denti?

Quando la doxiciclina causa danni più o meno severi alla salute dei nostri denti? E’ proprio di questo argomento che ci occuperemo nel presente articolo!

Che cos’è la doxiciclina?

La doxiciclina è un farmaco antibiotico che fa parte della classe delle tetracicline. Tale medicinale ha trovato largo uso soprattutto per il trattamento di processi infettivi patologici, come nel caso delle seguenti malattie:

  • Brufoli rossi e foruncoli;
  • Infezioni della pelle;
  • Infezioni otorinolaringoiatriche;
  • Periodontite (sia nella forma aggressiva che cronica);
  • Infezioni ai genitali;
  • Infezioni all’apparato urinario;
  • Infezioni dell’apparato respiratorio.

Il suo meccanismo d’azione consiste nel farla entrare nel canale proteico, che si trova all’interno del citoplasma dei batteri, legandosi alla sua subunità ribosomiale. In questo modo impedisce alla catena peptidica di allungarsi.

In  breve si tratta di un antibiotico utilizzato per infezioni batteriche, in quanto, proprio grazie al meccanismo d’azione di cui sopra, contrasta la proliferazione dei batteri.

Quali sono i danni che può apportare questo farmaco ai denti?

La doxiciclina può avere diversi effetti collaterali, i principali riguardano le reazioni allergiche che possono verificarsi soprattutto negli individui più sensibili a questo farmaco.

Tra gli altri effetti collaterali troviamo anche i danni ai denti in quanto, come avviene per la maggior parte dei farmaci della classe delle tetracicline, può attaccarsi alla parete dei denti e delle ossa.

Quando la doxiciclina, o le tetracicline in generale, si depositano sui denti c’è la possibilità che contribuisca all’ingiallimento degli stessi, o, soprattutto durante lo sviluppo, possano creare dei problemi durante la crescita dei denti (ipoplasia).

Quando si verificano questi danni?

I danni che la doxiciclina può apportare ai denti sono più consistenti e, quindi, più gravi, soprattutto durante il periodo di sviluppo dell’individuo. Infatti se un bambino con età inferiore ai 12 anni assume questo farmaco, può manifestare i sintomi dell’ipoplasia.

Per questo motivo i medici non possono somministrare questo tipo di antibiotico ai bambini, a donne in dolce attesa o durante il periodo di allattamento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons