Loading...

Ectasia venosa: la guida completa

ectasia venosaChe cos’è l’ectasia venosa? Quali rischi sono connessi a questa particolare condizione anomala? Come possiamo indagare sull’ectasia venosa delle arterie inferiori? Come possiamo porre rimedio a tale situazione?

In ambito medico, con il termine ”ectasia”, ci si riferisce a una particolare dilatazione di un organo o di un vaso sanguigno. In questo articolo parleremo dell’ectasia venosa che può colpire le arterie inferiori. Vediamo di cosa si tratta.

Che cos’è l’ectasia venosa delle arterie inferiori? Da cosa è causata?

Come abbiamo brevemente accennato nell’introduzione, il termine ”ectasia” indica una condizione in cui i vasi sanguigni si dilatano in modo anomalo e assumono un andamento atipico. Nel caso delle arterie inferiori, invece, si tratta di quelle arterie che si trovano negli arti inferiori, ossia le gambe.

Quando parliamo di ”ectasia venosa” delle arterie inferiori, quindi, ci riferiamo a una condizione patologica in cui si dilatano le vene delle nostre gambe.

Tra le cause principali di questa condizione che costituisce un vero e proprio inestetismo cutaneo, abbiamo soprattutto le seguenti:

  • Aumento dell’età anagrafica;
  • Predisposizione genetica;
  • Stile di vita eccessivamente errato;
  • Debolezza delle pareti delle vene sin dalla nascita, quindi, congenita;
  • Condizione di obesità.

Come si manifesta l’ectasia venosa delle arterie inferiori?

Le ectasie venose delle arterie inferiori possono essere di due tipi:

  • Vene varicose (o varici): quando vengono coinvolti i vasi sanguigni più grandi;
  • Teleangectasie: quando interessano i vasi sanguigni più piccoli, ossia i capillari che si trovano sotto il tessuto cutaneo.

In entrambi i casi saranno evidenti alla vista di chiunque e, se non vengono trattate nel modo più adeguato, potrebbero creare problemi di maggiore gravità, destabilizzando l’organismo dell’individuo.

Come possiamo porre rimedio a questa situazione?

Per la cura di questa condizione invalidante, il medico potrebbe ritenere opportuno prescrivere un trattamento a base di flebo con i farmaci più adatti.

In alcuni casi, soprattutto quando la situazione diventa irrecuperabile dal punto di vista dei farmaci, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Per prevenire questa condizione, però, vi consigliamo di seguire uno stile di vita all’insegna della corretta alimentazione e della giusta attività fisica. Se si presenta una situazione del genere, inoltre, è indispensabile consultare un medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons