Loading...

Emofilia: cos’è e come si manifesta

emofiliaL’emofilia è una patologia molto diffusa che interessa il nostro sistema circolatorio.

Ma di che cosa si tratta esattamente? Oggi ci occuperemo proprio di questa condizione patologica!

Che cos’è l’emofilia? Da che cosa è causata l’emofilia? Quali sono i sintomi più comuni dell’emofilia? Quali sono i migliori rimedi per l’emofilia? In questo articolo risponderemo insieme a tutte queste domande sperando di fornirti una guida completa e chiara sull’argomento.

Che cos’è l’emofilia? Da cosa è causata?

Come abbiamo già detto nella breve introduzione, in medicina, quando parliamo di emofilia ci riferiamo ad una condizione patologica che può colpire il sistema circolatorio. Più precisamente si tratta di un disturbo della coagulazione del sangue.

Per dirlo in parole ancora più semplici, basta pensare al fatto che, in un individuo sano, che non soffre di emofilia, nel caso di una emorragia, la fuoriuscita di sangue si arresterà rapidamente, cosa che invece non accade a chi è affetto dalla patologia.

Le cause dell’emofilia non sono ancora del tutto conosciute, tuttavia possiamo dire che, tra i fattori di rischio, abbiamo il fatto di essere di sesso maschile ed una certa predisposizione genetica connessa alla storia familiare del paziente.

Infine, l’emofilia viene classificata in base alla gravità con cui si manifesta. In questo modo abbiamo tre diversi livelli di emofilia, dalla più grave, a quella moderata, fino a quella lieve.

Quali sono i sintomi più comuni dell’emofilia?

Le persone che soffrono di emofilia sono soggette maggiormente alle emorragie che, a causa della mancanza del fattore coagulante, non si arrestano facilmente.

In pratica, se sei emofiliaco, anche le ferite che, in condizioni sane, potrebbero essere innocue, possono invece causare delle emorragie consistenti.

Tra le articolazioni che sono maggiormente soggette a questo sanguinamento, abbiamo soprattutto le seguenti:

  • La caviglia;
  • L’anca;
  • Il ginocchio;
  • La spalla;
  • Il gomito.

Il numero di emorragie non è però definibile, ovviamente dipende dallo stile di vita dell’individuo, ma anche dalla sua età e da tanti altri fattori esterni. Ma andiamo a vedere cosa bisogna fare.

Quali sono i migliori trattamenti per l’emofilia?

Il tipo di terapia che il medico prescrive a chi è affetto da emofilia, dipende principalmente dalla gravità della situazione, ma anche dal tipo di emofilia di cui si è affetti e dal rischio di emorragie a cui va incontro.

In linea di massima possiamo dire che il trattamento migliore per questa condizione patologica prevede la somministrazione dei fattori della coagulazione del sangue, così da risolvere la mancanza con i fattori che si trovano in commercio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons