Loading...

Emorroide esterna: cause, sintomi, cura

Le emorroidi sono un fastidio molto frequente, basti pensare che oltre il 10% della popolazione mondiale con età adulta ne è colpito. Le emorroidi esterne sono un disturbo che può causare problemi e imbarazzo.

Bisogna ricordare che le emorroidi sono facili da curare. Se si prova anche dolore è molto importante curare in fretta le emorroidi esterne per evitare che vadano ad interferire con le normali attività quotidiane.

Emorroidi esterne: cosa sono

Le emorroidi sono delle dilatazioni dei plessi venosi in corrispondenza del retto e dell’ano e svolgono la funzione di ricambio del sangue. In alcuni casi può capitare che vadano ad ingrossarsi causando dolore.

Le emorroidi possono essere esterne oppure interne. Le emorroidi esterne sono visibili dall’esterno mentre quelle interne restano dentro e compaiono solo a seguito della defecazione o di sforzi.

Causa delle emorroidi esterne

A causare le emorroidi esterne, ci possono essere:

  • Obesità;
  • Uso smodato di spezie e cibi troppo piccanti;
  • Stitichezza;
  • Alimentazione sbagliata;

Ci sono quattro gradi della malattia emorroidale:

  • Emorroidi interne;
  • Emorroidi interne che mostrano protrusione lieve;
  • Emorroidi esterne che si possono reintrodurre;
  • Emorroidi esterne che rimangono fuori dell’ano;

Ci sono anche le emorroidi cieche, ovvero che sono presenti, ma non hanno sintomi associati.

Sintomi delle emorroidi esterne

I sintomi delle emorroidi sono:

  • Bruciore;
  • Prurito;
  • Perdita di sangue modesta spesso all’emissione delle feci;
  • Dolore;
  • Sensazione di fastidio al retto;

Il sangue in genere è rosso vivo, ma se il colore è più scuro si consiglia di chiedere immediatamente ad un medico perché potrebbe essere sintomo di problemi molto seri.

Il dolore può andare da un leggero fastidio fino ad un forte dolore che rende impossibili le semplici azioni di tutti i giorni. Il prurito, il bruciore e il fastidio sono spesso associati ad emorroidi interne perché secernono muco che va a provocare prurito.

Cura e terapia

La terapia si può seguire con unguenti e pomate per uso topico, ma se si tratta di emorroidi esterne di secondo o di terzo grado si possono utilizzare trattamenti come la legatura elastica o la cauterizzazione con la crioterapia o con la laserterapia.

Le emorroidi di terzo e quarto grado in genere sono forme croniche che si eliminano con un intervento chirurgico, ma nessuna di queste operazioni richiede l’ospedalizzazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons