Loading...

Enzimi cardiaci: guida alla comprensione

enzimi cardiaciGli enzimi cardiaci sono particolari enzimi che vengono rilasciati nel sangue a seguito di un infarto o di un serio danno al cuore e possono essere spia di alcune patologie a carico del muscolo cardiaco. Oggi vi parleremo di enzimi cardiaci e cercheremo di capire quali sono e a cosa servono.

Enzimi cardiaci: quali sono?

Come dicevamo, gli enzimi cardiaci vengono rilasciati nel sangue in caso di patologie a carico del cuore o durante e/o dopo un infarto. Sono utili ai medici per confermare se la persona ha o ha sofferto di patologie del cuore o se ha avuto in passato un infarto. Gli enzimi cardiaci sono:

  • CK;
  • GOT;
  • LDH.

I test di questi enzimi cardiaci vengono effettuati non solo per diagnosticare, ma anche per prevenire il rischio di patologie a carico del cuore e per monitorare i pazienti che hanno avuto problemi cardiaci. Anche le troponine sono enzimi cardiaci fondamentali che servono per regolare le contrazioni del cuore, valutare tramite analisi la presenza di questi enzimi nel sangue è utile per capire se il cuore del paziente ha subito danni. Più grave è il danno, più alta è la concentrazione di questi enzimi nel sangue.

Enzimi cardiaci alti

Se gli enzimi cardiaci si alzano, vuol dire che il cuore sta soffrendo. L’innalzamento deve essere tenuto sotto controllo dal medico e valutato attentamente per arrivare ad una corretta diagnosi. Assieme al controllo sugli enzimi cardiaci è necessario valutare anche i vari parametri circolatori del paziente a fare un ECG. Solo in questo modo è possibile ottenere una diagnosi completa. Oltre a patologie a carico del cuore, alti livelli di enzimi cardiaci possono essere causati anche da patologie extra-cardiache, come:

  • Shock settico;
  • Crisi epilettiche;
  • Rigetto di un organo dopo il trapianto;
  • Pressione alta;
  • Ictus;
  • Emorragia cerebrale;
  • Disfunzioni renali gravi;
  • Insufficienza respiratoria;
  • Embolia polmonare;
  • Ipotiroidismo;
  • Cirrosi epatica;
  • Preeclampsia.

Il medico consiglia l’esame degli enzimi cardiaci se sospetta che il paziente possa subire o aver subito danni a carico del cuore. Vi ricordiamo che i nostri articoli sono utili come informazione e che non devono essere utilizzati come sostitutivi di un parere medico. Se pensate di soffrire di problemi cardiaci, non esitate a contattare il vostro dottore.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons