Loading...

Eritromelalgia: sintomi, cause e cure

Quando si parla di eritromelalgia, ci si riferisce ad una condizione che interessa il microcircolo del nostro organismo, più precisamente abbiamo a che fare con una situazione in cui si verifica la vasodilatazione dei capillari.

Quali sono le principali cause di questa rara malattia? Come si manifesta l’eritromelalgia? Quali sono i migliori trattamenti che possiamo mettere in pratica?

In questo articolo proveremo a dare una risposta breve a tutte queste domande.

Che cos’è l’eritromelalgia? Da cosa è causata?

L’eritromelalgia fa parte della categoria delle malattie che interessano il microcircolo e si tratta di una condizione piuttosto rara a cui il nostro organismo può andare incontro. In caso di eritromelalgia, si verifica una vasodilatazione anomala dei capillari, soprattutto nelle seguenti parti del corpo:

  • I piedi;
  • Le orecchie;
  • La punta del naso;
  • Le mani.

Anche se può presentarsi in qualsiasi periodo della nostra vita, l’eritromelalgia colpisce prevalentemente gli uomini che hanno un’età compresa tra i venti e i cinquanta anni e può manifestarsi in diverse forme.

Le cause specifiche dell’eritromelalgia sono sconosciute, tuttavia si presuppone che abbia delle basi genetiche e che possa essere associata ad altre patologie di natura immunologica, come la sclerosi multipla.

Quali sono i principali sintomi dell’eritromelalgia?

Per individuare l’eritromelalgia, possiamo riconoscere alcuni dei suoi sintomi più comuni, tra cui:

  • L’arrossamento cutaneo;
  • Il fatto di non riuscire a tollerare il contatto con le superfici troppo calde;
  • Il gonfiore localizzato;
  • Una sensazione di bruciore nella parte colpita;
  • Fastidio e dolore;
  • La sensazione di calore localizzato.

Cosa bisogna fare in questi casi?

Purtroppo non ci sono dei farmaci specifici per curare l’eritromelalgia, ma possiamo alleviare i sintomi della malattia con medicinali come l’Aspirina e altri che aiutano a fluidificare il sangue e, quindi, a migliorare anche la microcircolazione.

Ovviamente, il trattamento dell’eritromelalgia varia da persona a persona. Ad esempio, se la patologia è associata alla presenza di altre condizioni, dovremmo prima di tutto trattare queste ultime. Per questo motivo sarebbe opportuno chiedere un consiglio al medico.

Infine, visto che i sintomi tendono a peggiorare soprattutto quando le temperature aumentano, puoi anche optare per degli impacchi di ghiaccio, da fare nell’arco della giornata per alleviare il dolore e il fastidio associati alla malattia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons