Loading...

Esame Emocromocitometrico: cos’è e quando si effettua

esame sangueL’esame emocromocitometrico, detto anche in maniera breve emocromo, è un test del sangue che in genere viene incluso nei controlli di routine. Si tratta di un test fondamentale per avere sotto controllo lo stato di salute generale del paziente e per questo viene sempre, o quasi, prescritto.

Vediamo insieme di che test si tratta, che tipo di problematiche può evidenziare e, cosa più importante, come affrontarlo.

Il controllo effettuato dall’ematocrito

Quando si effettua il test dell’ematocrito si vanno a rilevare diverse componenti del sangue:

  • WBC: globuli bianchi. I valori vengono indicati per ml o litro di sangue.
  • RBC: ovvero Globuli rossi. Anche qui i valori vengono indicati per ml o litro di sangue.
  • HB: emoglobina.
  • HT: ematocrito. Questo valore esprime la percentuale di sangue che è occupata dai globuli rossi.
  • MCV: volume corpuscolare medio. Indica la grandezza media dei globuli rossi.
  • MCH: quantità media di emoglobina in ogni globulo rosso.
  • MCHC: concentrazione di emoglobina all’interno di ogni globulo rosso.
  • PLTS: piastrine. Indica come si potrà capire la quantità di questi corpuscoli nel nostro sangue.
  • MPV: volume medio delle piastrine.
  • Reticolociti: indicano i globuli rossi più giovani, quelli appena prodotti dal nostro midollo.

Perché si ricorre a questo tipo di test

Si ricorre al test emocromocitometrico per andare ad individuare un numero enorme di patologie che possono affliggere la forma, la quantità e la vitalità di quelle che sono le particelle del sangue.

Oltre a problemi direttamente collegabili al sangue (come ad esempio l’anemia), questo tipo di test è anche in grado di individuare alterazioni del nostro corpo che possono portare a scompensi anche gravi, come ad esempio un aumento repentino e consistente della quantità di globuli bianchi nel sangue. Si tratta comunque di uno strumento diagnostico fondamentale per andare ad individuare un enorme numero di patologie che, altrimenti, non potrebbero essere individuate.

Ci sono controindicazioni?

No, non ci sono controindicazioni e questo tipo di test è ritenuto uno standard in praticamente tutti i paesi dove sia presente la medicina moderna ed avanzata.

Potete sottoporvici senza alcun tipo di problema, tenendo conto al tempo stesso che si tratta di uno strumento diagnostico fondamentale, che ci permetterà di andare ad individuare con buona precisione i problemi di salute che stanno affliggendo il nostro corpo.

Parlatene con il vostro medico, che vi illustrerà quali sono le prerogative e le necessità che portano questo test ad essere più che necessario e comunque importantissimo per la nostra salute.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons