Loading...

FDA: Occhio ai tatuaggi – rischi aumentati

tatuaggio fdaCon i tatuaggi che diventano sempre più popolari in tutto il mondo sviluppato, territori dove non si era mai assistito ad un fenomeno di questa portata, è normale che le autorità sanitarie che controllano il benessere e la salute della popolazione stiano cominciando ad interessarsi al fenomeno sempre con maggiore insistenza.

Oggi è il turno della FDA, la Food and Drugs Administration, l’ente statunitense che si occupa di approvare medicinali e di dare consigli su quelli che sono i problemi di salute degli statunitensi.

Secondo l’associazione infatti, per la sezione Cosmetici e Colori, ci sono sempre maggiori problemi che riguardano persone che si trovano ad avere reazioni allergiche agli inchiostri, in quanto in questi finirebbero, purtroppo, moltissime sostanze non dichiarate che renderebbero il prodotto spurio e pericoloso.

Chi ha problemi di allergie dovrebbe pensarci due volte

Il problema è più serio di quel che si possa pensare: siamo davanti infatti ad un problema che non riguarda quelle che sono le cose già note sulle sostanze che vengono incluse negli inchiostri da tatuaggio, ma piuttosto una potenziale catastrofe allergica dovuta a sostanze che purtroppo non siamo in grado di conoscere.

Ci potrebbero essere nichel o rame, ad esempio, due metalli che spesso e volentieri causano allergie nell’uomo e che, a rigor di logica, non dovrebbero essere inclusi negli inchiostri. A rigor di logica e di foglietto di accompagnamento, perché secondo l’indagine della FDA, spesso finiscono proprio questi due metalli per essere i responsabili delle allergie del tatuaggio.

Il problema sanitario

Continuano tra le altre cose le preoccupazioni per l’igiene della strumentazione utilizzata. Secondo l’FDA sarebbero purtroppo ancora moltissimi gli studi non in regola, almeno negli Stati Uniti. Un problema che purtroppo riguarda anche l’Italia, dove in molti continuano, illegalmente, a praticare l’arte del tatuaggio in scantinati o comunque in luoghi che non sono igienicamente adatti ad ospitare operazioni del genere.

L’allarme, sebbene il Ministero della Sanità Italiano non faccia sentire da parecchio tempo la sua voce, dovremo farlo nostro.

Prima di fare un tatuaggio, pensateci a fondo, soprattutto se non potete fidarvi della struttura che vi ospiterà per portare a termine il lavoro.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons