Loading...

Fischio alle orecchie: come curarlo

Il fischio alle orecchie può essere un sintomo che evidenzia diverse malattie che non sempre collegate all’apparato uditivo.

Può essere sintomo di problemi vascolari, cervicali e ovviamente uditivi. Il fischio alle orecchie, la maggior parte delle volte, è percepibile solo dalla persona che ne soffre. Ciò può essere causato da problemi inerenti al cranio o al distretto cervicale.

Il fischio alle orecchie non deriva da nessuna stimolazione esterna e reale.

Cause e rischi

L’ acufene (nome utilizzato nella medicina per riferirsi al fischio delle orecchie) può durare in genere circa due settimane. Questo fastidio è la causa di problematiche delle strutture anatomiche vicine all’orecchio. 

Il fischio può verificarsi a causa di variazioni di pressione e cambiamenti dei liquidi labirintici all’interno dell’orecchio interno. L’acufene può nascere da problemi all’interno delle orecchie, principalmente a causa di infezionitraumi o dalla malattia di Ménière. 

Differentemente se il fischio all’orecchio dovesse essere generato dall’interno dell’orecchio medio, in quel caso potrebbe essere causato da otitidisfunzioni e accumuli di muco

Diversamente, la percezione di fischio se riscontrato all’interno dell’orecchio medio, può essere causato da accumulo di cerume o presenza di corpi esterni. Anche infezionitumori, danni al sistema nervoso, declino dell’apparato uditivo e otosclerosi

Ulteriori patologie correlate possono essere: anemia, problematiche cardiovascolari, malattie croniche, diabete, problematiche alla colonna vertebrale, raffreddore e sinusite.

Anche la nicotina può comportare fischi alle orecchie, causate da una diminuzione di ossigeno.

Sintomi

Il fischio alle orecchie, può essere percepito sia da un orecchio solo e sia da entrambi e può essere di diversi tipi :

  • Continuo;
  • Pulsante;
  • Ad intermittenza.

L’acufene, se non curata adeguatamente, può portare a difficoltà all’interno della routine di ogni persona, ciò può causare depressioneinsonnia o ansia.

Trattamento

Per ridurre al minimo la possibilità di contrarre fastidi inerenti ai fischi dell’orecchio è sempre consigliato effettuare una pulizia igienica completa del canale uditivo, oppure l’utilizzo di apparecchiature elettroniche in caso di disfunzioni uditive. In caso di acufene dovuta da disturbi psicologici, il medico potrebbe indicare una terapia basata su medicinali come psicofarmaci.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons