Loading...

Gastrina bassa: cosa significa?

La gastrina è un ormone peptidico secreto da alcune cellule della mucosa gastrica e duodenale chiamate cellule G. La gastrina regola la secrezione gastrica e, in condizioni di normalità, stimola la produzione di acido gastrico per digerire il cibo.

I gastrinomi (forme tumorali che colpiscono il duodeono o il pancreas) e malattie, come l’iperplasia delle cellule G e la sindrome di Zollinger-Ellison, causano un’eccessiva produzione di gastrina.

Misurare i livelli delle gastrine aiuta nella diagnosi dei gastrinomi, nella diagnosi di ulcera peptica, di ipercalcemia e in quella di disturbi gastrici gravi.

I valori normali di riferimento della gastrina (in media) vanno dai 25 fino ai 111 pg/mL. Ma cosa significa se la gastrina è bassa? Vediamolo insieme. Continua a leggere.

Gastrina bassa negli esami: cosa significa?

Bassi livelli di gastrine possono essere causati da ipersecrezioneastrina (aumento della secrezione di acido cloridrico) o da un’atrofia della mucosa dell’antro causata dal batterio Helicobacter pilori.

La diagnosi che possa identificare se il paziente soffre di atrofia della mucosa gastrica oppure di ipersecrezione acida si ottiene tramite un esame di gastroscopia.

La gastroscopia consente di controllare lo stato della mucosa e di verificare se, per esami approfonditi, sia necessario procedere anche con una biopsia. Spesso l’ipogastrinemia compare nei soggetti che soffrono di ipotiroidismo.

Al contrario livelli elevati di gastrina possono dipendere da:

  • Abuso di farmaci che riducono l’acidità gastrica;
  • Anemia perniciosa;
  • Insufficienza renale cronica;
  • Ostruzione del piloro;
  • Iperparatiroidismo;
  • Resezione intestinale estesa.

Esame Gastropanel

Per conoscere il dosaggio della gastrina si può ricorrere al gastropanel, un particolare test di laboratorio che permette di ottenere tutte le informazioni necessarie sullo stato di salute della mucosa gastrica.

Il gastropanel comprende la valutazione di:

  • Pepsinogeno I (PGI);
  • Anticorpi anti-Helicobacter pylori (HPAbG);
  • Gastrina 17 basale (G17b);
  • Pepsinogeno II (PGII).

Il test si esegue dopo 12 ore di digiuno e dopo almeno 24 ore dall’assunzione di bevande alcoliche.

Se pensi di soffrire di qualche patologia gastrointestinale, non trascurare i sintomi e rivolgiti subito al tuo medico di fiducia. Livelli anomali di gastrina possono anche essere spia di problemi seri.

Ricorda che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non può sostituirsi in nessun modo al tuo medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons